Cinema

Ti avevamo tanto amato. Nino Manfredi, un ricordo a 10 anni dalla morte

Il 4 giugno del 2004 ci lasciava uno dei grandi attori italiani del secondo novecento

10 anni fa la scomparsa nella sua Roma dell'ultimo dei "mostri" della commedia all'italiana. Dagli esordi nella rivista ai grandi successi del cinema, una serie di immagini per ricordarlo

Mondadori Portfolio

La recitazione lo attrae quasi subito: durante l'adolescenza si esibisce negli oratori di Roma, dove si era nel frattempo trasferito a causa del trasferimento del padre, maresciallo di PS. La famiglia lo sogna avvocato e Nino non tradisce le aspettative nate dai sacrifici di una famiglia poverissima. Si laurea, ma della professione non gli importa nulla. Così il vero traguardo è l'Accademia di Arte Drammatica, dove si diploma nel 1947. 

Nello stesso anno recita al Piccolo di Roma accanto a Tino Buazzelli, poi sale a Milano dove nella Stagione 1947-48 recita sotto la direzione di Giorgio Strehler in parti minori dei classici shakespeariani.

A sinistra: Manfredi nel 1946. A destra, la locandina di "Romeo e Giulietta" del 1948 dove Nino interpreta la parte di Paride.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti