Ansa
Cinema

Dove cadono le ombre di Valentina Pedicini: la tragedia degli Jenisch - Video

La regista porta al cinema lo sterminio scientifico degli "gli zingari bianchi". Nel cast Elena Cotta

Dove cadono le ombre è l'opera prima di Valentina Pedicini, giàpluripremiata come documentarista, presentata alla Mostra del cinema di Venezia, alle Giornate degli autori, e dal 6 settembre nelle sale italiane. 

Affidandosi agli attori Elena Cotta (la meravigliosa Coppa Volpi del 2013 con Via Castellana Bandiera), Federica Rosellini, Josafat Vagni e Lucrezia Guidone, dà voce a una tragedia sconosciuta ai più, il tentativo di sterminio scientifico, avvenuto in Svizzera tra il 1926 e il 1986, degli Jenisch, chiamati anche "gli zingari bianchi". Si trattava di un programma di eugenetica che aveva come obiettivo sradicare il nomadismo, basato anche sul sottrarre a forza i bambini alle famiglie della comunità richiudendoli in orfanotrofi e ospedali psichiatrici, dove venivano "riprogrammati" attraverso abusi fisici e psicologici.

Dove cadono le ombre ha richiesto quattro anni di lavoro ed è un confronto al femminile tra vittima e carnefice.

"Sarebbe bello se il pubblico uscisse dalla visione con la curiosità di informarsi di più su questa vicenda", ha detto la regista a Venezia.

La trama

Anna (Rosellini) e Hans (Vagni), infermiera e suo assistente di un vecchio istituto per anziani, sono due anime "bambine" incastrate in corpi di adulti. Intrappolati nel tempo e nello spazio, si muovono tra le stanze e il giardino di quello che era un ex orfanotrofio, come se qui si consumasse tutta la vita, dall'infanzia alla morte, come se non ci fosse luogo più accogliente al mondo di quello che li ha visti prigionieri nell'infanzia. Dal passato riappare Gertrud (Cotta), una vecchia signora dai modi gentili; tutto sembra precipitare, il nastro dell'orrore sembra riavvolgersi. Il male è bianco, come il camice di Gertrud, come le pareti dell'ala ovest, la zona delle torture. L'istituto perde dunque i contorni attuali e torna ad essere ciò che era; ricovero crudele di bambini jenisch sottratti alle famiglie, tempio di un progetto di eugenetica capitanato proprio da Gertrud. Anna, schiava di quel luogo e di un'infanzia dolorosa che non termina mai, riprende con forza le ricerche di Franziska, amica amata di una vita della quale ha perso le tracce molto tempo prima e che cerca ovunque e senza sosta. Ispirato a una storia vera, a settecento storie vere.

Ecco un video in esclusiva estratto da Dove cadono le ombre:

Dove cadono le ombre: estratto del film di Valentina Pedicini

Ti potrebbe piacere anche

I più letti