«Io ti cercherò»: le anticipazioni dell'ultima puntata
Ufficio Stampa Publispei
«Io ti cercherò»: le anticipazioni dell'ultima puntata
Televisione

«Io ti cercherò»: le anticipazioni dell'ultima puntata

Lunedì 26 ottobre il quarto e ultimo episodio della serie di Rai 1 con Alessandro Gassmann e Maya Sansa, diretta da Gian Maria Tavarelli. Valerio scoprirà cosa c'è realmente dietro la morte del figlio Ettore

Valerio è ormai a un passo dallo scoprire la verità sulla morte del figlio Ettore e al tempo stesso il dolore che sta vivendo gli consentirà di mettere in luce la sua determinazione, l'amore che da troppo tempo negava a suo figlio, agli altri e a se stesso. Si annuncia esplosiva la puntata conclusiva di Io ti cercherò, la mini serie di Rai 1 con Alessandro Gassmann e Maya Sansa, diretta da Gianluca Maria Tavarelli: Il percorso di Valerio lo porterà a sentire Ettore ancora più vicino, ad essere più consapevole della profondità del loro legame che la lontananza e i silenzi non avevano intaccato. Ecco cos'accadrà nel quarto e ultimo episodio, in onda lunedì 26 ottobre.

Io ti cercherò, le anticipazioni dell'ultima puntata

Valerio (Alessandro Gassmann) studia i movimenti del capo piazza di Ostia e decide di rapinarlo per costringerlo a incontrare i suoi superiori. Grazie a un gps rimediato dal vice questore Sara (Maya Sansa), ex collega a e amica del poliziotto, ne segue le tracce fino all'Eur, dove l'uomo incontra due loschi figuri a bordo di una berlina scura di cui Valerio fotografa la targa. A quel punto, gli è definitivamente chiaro che suo figlio Ettore (Luigi Fedele) combatteva a testa alta contro personaggi potenti ma loschi, non sopportava le ingiustizie e voleva essere utile, dare una mano a chi ne aveva bisogno.



Valerio scopre il segreto di Gianni

Nel secondo episodio dell'ultima puntata, dal titolo Le divise, Valerio scopre che suo fratello Gianni (Andrea Sartoretti) sa più di quanto non voglia far credere ed è probabilmente coinvolto nella morte del nipote. Pedinandolo, l'ex poliziotto scopre infatti l'esistenza di una società immobiliare collegata a molte altre società estere: una di queste si chiama "Difrinae Ltd" - anagramma di "Frediani" - con sede a Londra, dove Gianni ha comprato una casa al figlio. Le indagini arrivano dunque a un punto di svolta e la verità sarà spiazzante.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti