Senhit: il mio mondo tra l'Eritrea, San Marino e l'Eurovision Song Contest
Fabrizio Cestari
Senhit: il mio mondo tra l'Eritrea, San Marino e l'Eurovision Song Contest
Musica

Senhit: il mio mondo tra l'Eritrea, San Marino e l'Eurovision Song Contest

Oggi la vocalist dell'hit Freaky! sarà in collegamento con Londra per festeggiare il Giorno dell'Indipendenza eritrea

La cantante italo eritrea Senhit unisce le radici africane, lo stile nostrano e una vocazione musicale elettro pop che ha attratto grandi produttori inglesi, italiani e americani. Il prossimo anno parteciperà all'Eurovision Song Contest 2021, in rappresentanza di San Marino, dove porterà il suo messaggio di unione e fratellanza, lei che nella sua vita ha vissuto in tante parti del mondo grazie alla carriera nei musical e a quella da cantante, portando sempre alta la bandiera dell'Eritrea.

«I miei genitori sono di Keren, si sono trasferiti a Bologna tanti anni fa e in questa città siamo nati io e i miei fratelli. Fin da piccoli, ci hanno insegnato a far convivere la tradizione eritrea con la cultura italiana e per questo non smetterò mai di ringraziarli, perché ci hanno fatto sentire amati da entrambi i mondi. Per loro arrivare in Italia dall'Eritrea non è stato facile, non sono nati qui, come me, hanno dovuto studiare l'italiano e sudarsi la cittadinanza».

Senhit è stata invitata dall'Ambasciata eritrea a Londra a parlare in occasione dei festeggiamenti per il Giorno dell'indipendenza dell'Eritrea. La diretta streaming è visibile oggi, 23 maggio, sul canale nazionale EriTV (qui in streaming ) e sui canali social @Eritrea.Embassy.Media.

«Per me è un onore essere stata chiamata dall'Ambasciata Eritrea a Londra per parlare di una terra a me molto cara in occasione delle annuali celebrazioni per il Giorno dell'indipendenza dell'Eritrea (24 maggio). È una festa molto amata dagli eritrei perché sottolinea l'orgoglio di appartenenza e i lunghi anni che ci sono voluti per avere una patria e una bandiera, durante i quali migliaia di persone sono morte, donne e uomini hanno combattuto, molte città sono state distrutte. Ad Asmara il 24 maggio le strade, soprattutto Harnet Avenue, si riempiono di gente e ci sono concorsi, spettacoli e fuochi d'artificio. Ho festeggiato l'Independence Day fin da piccola a Bologna, con la comunità eritrea che qui è molto solida. Le celebrazioni cominciano nel pomeriggio con i balli tipici e la voglia di stare assieme e divertirsi. Vengono cucinati piatti africani come lo zighinì, uno spezzatino di carne molto speziato e piccante, e si va avanti tutta la notte con musica dal vivo e dj set. Negli anni, ho visto questa festa crescere sempre di più perché non vi partecipano solo eritrei, ma persone di ogni nazionalità e cultura. Ho pensato anche a questo quando ho inciso la cover di "Insieme: 1992" il famoso brano di Toto Cutugno che trent'anni fa vinse l'Eurovision Song Contest in rappresentanza dell'Italia: «Sempre più liberi noi/ Non è più un sogno e non sei più da solo/ Sempre più in alto noi/ Dammi una mano che prendiamo il volo/ L'Europa non è lontana/ C'è una canzone italiana, per voi/ Insieme, unite, unite, Europe. Uno dei più bei ricordi legati all'Eritrea è il tour che ho fatto qualche anno fa per una televisione inglese, durato due settimane. Avevano riunito artisti eritrei da tutto il mondo, per invitare il popolo eritreo e soprattutto i giovani a seguire i propri sogni, attraverso l'esempio di chi c'era riuscito. Mio fratello, che ora vive a Londra, mi seguì in tutte le tappe di questo tour: abbiamo visto tanta povertà ma anche tanta accoglienza e voglia di rimboccarsi le maniche.


Senhit - Freaky! - San Marino 🇸🇲 - Official Music Video - Eurovision 2020 www.youtube.com


Anche questa estate avrei dovuto tornare in Eritrea, mia madre ha piacere di andarci a giugno, quando si festeggia la Madonna di Keren, ma purtroppo il coronavirus ci ha fermato. Mio padre vive a Keren: dopo averci cresciuti in Italia, ha deciso di tornare nella sua città originaria. Sono molto legata alla mia parte eritrea, che convive e si intreccia tranquillamente con quella bolognese. Sono entrambe vere, autentiche e la loro unione dà più di una semplice somma».

Il 24 maggio noi eritrei, non importa se di prima, seconda, terza generazione, festeggiamo in tutte le parti del mondo l'impegno e la volontà di avere una Eritrea moderna e prospera.

È in rotazione radiofonica il singolo "Freaky!" che Senhit avrebbe dovuto portare all'Eurovision 2020 e con il quale ha partecipato su Rai 1 a Europe Shine a Light.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti