I 15 migliori album italiani del 2020 (finora...)
I 15 migliori album italiani del 2020 (finora...)
Musica

I 15 migliori album italiani del 2020 (finora...)

Dai ritorni di Negramaro e Samuele Bersani al cantautorato di Brunori Sas, da Diodato alla trilogia di Renato Zero, passando per Elodie, Max Pezzali e Ghemon, i dischi che ci sono piaciuti di più negli ultimi mesi

La discografia italiana è già proiettata al ricco mercato natalizio, quando, nel corso di poche settimane, si concentrano la maggior parte degli acquisti di cd e vinili. Il 2020 sarà ricordato come un annus horribilis anche per la musica, privata, a causa della pandemia, dei grandi concerti negli stadi e nei palasport, tutti rimandati di almeno un anno o due. Come è ben noto, gli artisti oggi guadagnano quasi esclusivamente della loro attività live, poiché la musica fisica vende sempre di meno, mentre quella digitale offre compensi a dir poco modesti. Oggi le major sono sempre meno interessate all'album "fisico", se non nelle fruttuose ristampe deluxe degli album degli anni d'oro del rock, e sempre più ai singoli, il cui successo o meno è determinato dal numero degli stream digitali, prima ancora che dai passaggi radiofonici.

Per fortuna, anche in un anno difficile come il 2020, non mancano album di qualità, a partire dal gradito ritorno, a tre anni di distanza da Amore che torni, dei Negramaro, che hanno conquistato pubblico e critica con il nuovo album Contatto. Non una semplice playlist di canzoni, come sono oggi la maggior parte dei lavori discografici pensati per la fruizione rapsodica via streaming, ma un vero e proprio concept album sul cambiamento, personale e al tempo stesso collettivo, rappresentato plasticamente dalla farfalla. Merita un plauso la produzione di Andrea Mariano, che ha realizzato, con perizia artigianale, un sound potente e personale, in cui l'elettronica e la musica urban si sposano con naturalezza con i grandi arrangiamenti orchestrali e i fiati. Un altro gradito ritorno è quello di Samuele Bersani che, nell'eccellente Cinema Samuele, un album emozionante e raffinato, si conferma uno dei migliori cantautori italiani degli ultimi trent'anni. Sul podio anche i due primi volumi (anche se in realtà è uscito prima il terzo e poi il secondo disco) del progetto Zerosettanta, con un Renato Zero molto ispirato e lucido come sempre sui grandi temi sociali. Abbiamo selezionato le 15 uscite discografiche italiane che, secondo noi, sono le più interessanti del 2020, spaziando tra i generi, gli stili e le generazioni: dal raffinato soul/r&b di Ghemon al rap crudo di Emis Killa e Jake La Furia, dal cantautorato di Brunori Sas e Cristiano Godano al pop di Elodie e Max Pezzali, fino al convincente progetto indie di Colapesce/Dimartino e al rock blues ispirato e senza tempo di Edoardo Bennato. Da tenere sott'occhio la talentuosa Roberta Finocchiaro, cantante e chitarrista siciliana di 27 anni che ha dopo pubblicato il suo terzo disco, Save Lives With The Rhythm, prodotto da Steve Jordan, già batterista di The Blues Brothers e del John Mayer Trio, oltre che co-produttore del progetto Keith Richards and the X-pensive Winos e turnista di Eric Clapton. Buona lettura!

1) Negramaro - Contatto
2) Samuele Bersani - Cinema Samuele
3) Renato Zero - Zerosettanta
4) Diodato - Che vita meravigliosa
5) Non c'è - Edoardo Bennato
6) Ghemon - Scritto nelle stelle
7) Brunori Sas - Cip!
8) Raphael Gualazzi - Ho un piano
9) Cristian Bugatti - Bugo
10) Colapesce/Dimartino - I mortali
11) Elodie - This is Elodie
12) Max Pezzali - Qualcosa di nuovo
13) Cristiano Godano - Mi ero perso il cuore
14) Emis Killa e Jake La Furia - 17
15) Roberta Finocchiaro - Save Lives With The Rhythm

Ti potrebbe piacere anche

I più letti