Cesare Cremonini
Ansa
Cesare Cremonini
Musica

I 15 migliori album italiani del 2022 (finora...)

Dal pop cantautorale di Cesare Cremonini al rock maturo di Enrico Ruggeri, passando per il rap di qualità di Fabri Fibra, Rancore e Murubutu fino alle raffinate voci di Simona Molinari e Serena Brancale, gli album che ci sono piaciuti di più all'inizio dell'anno

Com'è ben noto, gli artisti italiani oggi guadagnano quasi esclusivamente della loro attività live, che, dopo due anni disastrosi a causa della pandemia, sta lentamente tornando alla normalità, poiché la musica fisica vende sempre di meno (con l'eccezione del vinile, in costante crescita), mentre quella digitale offre compensi a dir poco modesti, tranne che per le superstar da molti milioni di ascolti mensili.

Oggi le major sono sempre meno interessate all'album "fisico", se non nelle fruttuose ristampe deluxe degli album degli anni d'oro del rock, e sempre più ai singoli, il cui successo o meno è determinato dal numero degli stream digitali, prima ancora che dai passaggi radiofonici.

Per fortuna, anche in un anno di transizione come il 2022, non mancano album italiani di qualità: dal pop sempre più maturo e consapevole di Cesare Cremonini, che, nel suo settimo lavoro La ragazza del futuro, si conferma uno dei migliori cantautori della sua generazione, al ritorno in grande stile di Fabri Fibra, dopo cinque anni di silenzio discografico, con il convincente Caos, dal concept album autobiografico La rivoluzione di Enrico Ruggeri al doppio disco, ricco di featuring e di buona musica, Ritorno al futuro/Back to the future di Elisa, fino alla commistione tra canzone e religiosità di Atto di fede di Renato Zero. Oltre a Fibra, il rap italiano di qualità dimostra ottima salute nel nuovo lavoro di Rancore (Xenoverso), mentre Lazza convince nella trap evoluta di Sirio. Due delle sorprese più interessanti dell'ultimo Festival di Sanremo sono state Ditonellapiaga e Dargen D'Amico (che, in realtà, ha oltre 15 anni di attività discografica), come rivelano i rispettivi album Camouflage e Nei sogni nessuno è monogamo, mentre Simona Molinari e Serena Brancale si confermano due tra le migliori voci femminili italiane in Petali e Je So' Accussì.

Buona lettura e buon ascolto!

1) Cesare Cremonini - La ragazza del futuro

2) Fabri Fibra - Caos

3) Enrico Ruggeri - La rivoluzione

4) Elisa - Ritorno al futuro/Back to the future

5) Rancore - Xenoverso

6) Mario Biondi - Romantic

7) Francesco Gabbani - Volevamo Solo Essere Felici

8) Dargen D'Amico - Nei sogni nessuno è monogamo

9) Renato Zero - Atto di fede

10) Ditonellapiaga - Camouflage

11) Serena Brancale - Je So' Accussì

12) Simona Molinari - Petali

13) Lazza - Sirio

14) Tommaso Paradiso - Space Cowboy

15) Jovanotti - Mediterraneo




Ti potrebbe piacere anche

I più letti