Blog

L’ AGORÀ IL CENTRO DELLA POLIS

Invece delle piazze minoiche, a Creta, dove i primi “agorai” disquisivano di massimi sistemi nell’antichità, dove si parlava di filosofia, di estetica e di bellezza e su come meglio affrontare la vita, da domani ci sarà un’Agorà in chiave moderna, per capire come star meglio.

Dove? Sempre in una polis, questa volta a Milano dal 15 al 17 ottobre al Marriott. Si parlerà di futuro nella XVII edizione del congresso internazionale di medicina estetica Agorà-Amiest. Sono più di duemila i medici specialisti presieduti dal prof. Alberto Massirone a portarci le novità tanto attese.


Medicina rigenerativa, ginecologia estetica, alimentazione sostenibile per il Pianeta e salutistica, nuovi approcci per il ringiovanimento del volto, il via alle macchie cutanee, come rimodellare il corpo, un rivoluzionario impiego dell’acido desossicolico, innovativi filler e una nuova sessione dedicata all’estetica oncologica.


E’ interessante sapere come ci prendiamo cura di noi a seconda dell’area geografica, dell’età, del sesso, dell’etnia, tenendo conto anche della frequenza in cui il medico vede il paziente. Verrà presentato un decalogo che sottolinea l’importanza della non omologazione dei canoni estetici, né della ricerca di un ideale greco di bellezza, ma di cosa ci dobbiamo aspettare dal futuro. Viviamo bene, cerchiamo di capire il nostro stile di vita, compatibilmente con la nostra età. Incominciando a parlare anche di medicina sociale.


Quest’anno sono volute intervenire aziende moto significative del settore, da La Roche Posay, alla Giuliani, dalla Merz alla Bionike e la novità da Philpharma, un telefono cellulare che ci fa respirare l’aria della bellezza.

A proposito di bellezza non mancheranno personaggi famosi che con la loro bellezza hanno costruito un’azienda.

720137 720138 720140

(nelle foto Susanna Messaggio con Martina Colombari, Alba Parietti e Vittorio Sgarbi mentre indossano il bracciale “4-chetta”, simbolo del made in Italy nel mondo dove parte del ricavato viene devoluto al CNMR e all'associazione Raffaello)

Ti potrebbe piacere anche

I più letti