Blog

I sapori dell'infanzia

Basta un gusto, un odore, un sapore e torni bambino. Ed è bello

Avete presente quelle persone che vi raccontano come il rumore del mare o l'odore di un dopobarba li riporti a ricordi lontani e alla loro infanzia?

Ecco; per me, che di natura sono sempre stato molto più concreto che sognatore, anche il ritorno all'infanzia è concreto e ha una forma rotonda, con 11 stelline. 

La mia prima ribellione (in realtà la seconda dato che la prima fu quella fatta a 5 anni contro le canottiere bianche a costine, ma in quel caso si trattava di sopravvivenza ed onore estetico!), la mia prima ribellione, dicevo, fu quella contro il latte al mattino. 

Non mi è mai piaciuto e un bel giorno comunicai ai miei genitori che non ne avrei più bevuto; da quel momento si passava al the, con la benedizione della Regina Elisabetta e di tutti i britannici del globo terracqueo. Avevo 8 anni, era il 1983.

Onde evitare che io affrontassi la giornata scolastica con il solo supporto di acqua zuccherata, come la chiamava lei, mia mamma (ah, la saggezza delle mamme!!) scoprì sugli scaffali del supermercato quella che poteva essere la soluzione.

Un biscotto nuovo, rotondo, al cacao, con 11 stelline bianche. Era il Pan di Stelle che, da quel lontano 1983 non è più uscito da casa mia. Mi ha accompagnato per tutto il mio ciclo di studi (inclusa l'università fatta in parte in una città diversa dalla mia di origine e in parte all'estero...chissà cosa avranno pensato gli impiegati della dogana svedese degli invii di biscotti e caffè che, puntualmente, partivano dalla Sardegna per arrivare fino alle porte del Polo Nord!), è venuto con me a Milano e adesso apre le colazioni dei miei figli.

L'odore è sempre lo stesso e quando oggi apro le confezioni per Giovanni e Marco, per un attimo mi ripenso seduto al tavolo della cucina dei miei a riempire quell'acqua zuccherata con quanti biscotti la tazza riuscisse a contenere.

Capirete bene il mio entusiasmo, quindi, quando lo scorso anno il MIO biscotto si trasformò in crema e l'esaltazione assoluta della nuova comunicazione fatta da Barilla qualche giorno fa: dal prossimo anno arriverà un nuovo biscotto della linea; si chiamerà Biscocrema, al cacao si uniranno la crema e il ciccolato, sarà venduto in monoporzioni da 28 grammi e io...già sento di amarlo.



Ti potrebbe piacere anche