HESTIA. La dimora, cinque artiste e una divinità
Sabrina Muzi Daimon
HESTIA. La dimora, cinque artiste e una divinità
Lifestyle

HESTIA. La dimora, cinque artiste e una divinità

Una mostra tutta al femminile: cinque artiste contemporanee interpretano la "casa" in una dimora bolognese diventata spazio espositivo

Inaugura il 21 marzo, presso la sede di ABC di Bologna, la mostra "Hestia. La dimora, cinque artiste e una divinità", una collettiva tutta al femminile curata da Maura Pozzati. Cinque artiste si sono date appuntamento in una dimora bolognese recentemente diventata spazio espositivo per esplorare con linguaggi diversi l’universo della “casa”: la casa come spazio architettonico, ma anche come dimensione intima in cui si conservano oggetti e ricordi.
La “dimora” è uno spazio circoscritto, ma così universale e centrale per lo sviluppo dell’essere, da avere si dall' antichità una divinità a sua protezione: hestia. E come guidate dallo spirito della divinità, Paola Angelini, Valentina D’Accardi, Marina Gasparini, Sabrina Muzi e Anna Rossi (artiste che si sono distinte nel panorama dell’arte contemporanea attuale) porteranno in mostra ad ABC una suggestiva lettura di questo luogo

ABC – Bologna
Via Alessandrini, 11
21 marzo – 15 maggio 2015

Valentina D’Accardi
Valentina D’Accardi- Senza Titolo, dalla serie “Hestia” - 2015 Stampa ai sali d’argento con interventi di grafite, acquerello e tecnica mista. 24 x 30,5 cm
Ti potrebbe piacere anche

I più letti