Il futuro di internet in 10 libri, i più belli del 2014
il Saggiatore
Il futuro di internet in 10 libri, i più belli del 2014
Lifestyle

Il futuro di internet in 10 libri, i più belli del 2014

L'anno che verrà sul web, tutto quello che c'è da sapere

Wayne Gladstone, Internet Apocalypse, Multiplayer

Cosa accadrebbe se da un giorno all’altro il mondo si trovasse senza più Internet? Semplice, sarebbe l’apocalisse. O almeno una specie. Ha provato a immaginarla Wayne Gladstone nel suo romanzo Internet Apocalypse, Multiplayer edizioni. Una parte dell’economia collasserebbe, le telecomunicazioni verrebbero ridotte all’osso, niente più social network, niente più pornografia online, niente più forum dove sfogare le proprie frustrazioni, niente più film in streaming. L’equilibrio emotivo dell’umanità interconnessa verrebbe messo seriamente a rischio. Per fortuna è solo un romanzo. 

Jaron Lanier, La dignità ai tempi di Internet, Il Saggiatore

C’è stato un tempo in cui la rete era libera e aperta, un luogo di possibilità dove chiunque poteva esprimersi, incontrare persone con gli stessi interessi, sviluppare cose nuove e mettere in circolazione idee. Oggi non è più così, come scrive Lanier nel saggio La dignità ai tempi di Internet, Il Saggiatore. Sono sempre più rigidi i limiti entro cui è possibile muoversi, le corporation hanno sempre più potere, e noi sempre di meno. Il modo in cui vivremo la rete di domani dipende dai nostri comportamenti di oggi: se non vogliamo vivere in un mondo che non ci appartiene più sarà meglio rimboccarsi le mani e cominciare a lavorare fin da subito. La nostra recensione.

Federico Rampini, Rete padrona. Amazon, Apple, Google & co. Il volto oscuro della rivoluzione digitale, Feltrinelli

Luci e ombre nella Silicon Valley, ce le racconta dall’America il giornalista Federico Rampini, inviato di Repubblica, nel suo saggio Rete padrona. Le grandi corporation sono i padroni dell’universo conosciuto e sono loro a prendere le decisioni che daranno forma al nostro futuro, ma noi abbiamo il potere di rifiutarle. Una storia tecnologica degli ultimi vent’anni, quelli che hanno cambiato il mondo per sempre. La nostra recensione.

Dave Eggers, Il cerchio, Mondadori

Mae Holland lavora nel Cerchio, il posto dove vengono organizzate tutte le informazioni del mondo, dove tutto succede. Un’azienda dei sogni dove ai dipendenti vengono messi a disposizione piscine e videogiochi, tavoli da ping pong e zone relax, l’azienda tech in cui tutti vorrebbero essere assunti. È un luogo dove pubblico e privato si fondono inscindibilmente, dove la vita va in onda in diretta, ogni cosa è in streaming, proprio come nella realtà iperconnessa che viviamo. Ma quanto è giusto tutto questo? Il cerchio di Dave Eggers è il romanzo della generazione Facebook.

Massimo Mantellini, La vista da qui, Minimum fax

Una ricapitolazione e uno sguardo al futuro. Dal copyright all'invadenza di Google e Facebook, dalla nostra connivenza social all’autolesionismo iperconnesso, dal divario digitale ai pochissimi gradi di separazione che ci restano. La vista da qui di Massimo Mantellini (Minimum Fax) è un invito alla responsabilità civile e al coraggio delle possibilità.

Mafe De Baggis, Luminol, Informant

Quante sciocchezze si dicono sulla rete? Tante, troppe. Mafe De Baggis nel suo Luminol (Informant) ne smonta un bel po’. La rete non è il bene e non è il male, la rete è proprio come siamo noi fuori dalla rete. La rete, insomma, non esiste davvero. Non è un luogo lontano e leggendario come la Terra di Mezzo, abitato da creature curiose e a volte malefiche. La rete è qui, la rete siamo noi. La nostra recensione.

Fabio Chiusi, Critica della democrazia digitale, Codice

Libertà è partecipazione, cantava Gaber. E così è infatti, soprattutto al tempo del digitale in cui l’attivismo, le opinioni e le crocette sulle schede elettorali si alimentano a colpi di clic. In che rapporto sono democrazia e rete? Come dialogheranno le istituzioni con i cittadini? E i cittadini come faranno a far valere le proprie opinioni? La rete può ospitare davvero forme costruttive di partecipazione complementari all’esercizio del diritto di voto? Critica della democrazia digitale è un’inchiesta di Fabio Chiusi sulla società che ci aspetta.

Mitnick Kevin D., Il fantasma nella rete, Feltrinelli

Il fantasma nella rete di Kevin D. Mitnick (Feltrinelli) è l'autobiografia di uno degli Hacker più famosi del mondo, il racconto di una vita sempre in bilico fra reale e virtuale, legale e illegale, dentro e fuori dalla rete.

Evgeny Morozov, Internet non salverà il mondo, Mondadori

Tecnoapocalittici o tecnointegrati? Morozov è l’uno e l’altro, lo strano caso di un guru della rete che ha fatto fortuna attaccando la rete stessa. Per alcuni è solo in cerca di visibilità, per altri è davvero un genio. Scettico sulle magnifiche sorti e progressive lo è di certo: in queste pagine troverete tutti i motivi per cui è difficile che Internet possa salvare il mondo e nessuno di quelli per cui invece potrebbe farlo. 

Stefano Rodotà, Il mondo nella rete, Laterza

L’uomo è sempre lo stesso: non cambiano i suoi diritti fondamentali e i suoi bisogni, cose che Stefano Rodotà, insigne giurista, ha studiato a fondo in tutta la sua carriera. Il mondo nella rete è l’ammonimento saggio di una generazione antica per chi domani dovrà camminare da solo, sulle proprie gambe.    

Ti potrebbe piacere anche

I più letti