Foto

World Press Photo 2013: i vincitori

Con uno scatto che racconta la disperazione di un gruppo di palestinesi durante un funerale a Gaza, lo svedese Paul Hansen ha vinto il prestigioso premio fotografico

Lo svedese Paul Hansen ha vinto il primo premio del World Press Photo 2013 con un'istantanea scattata il 20 novembre scorso a Gaza, che mostra la disperazione di un gruppo di palestinesi a un funerale per le strade della città palestinese. Nella foto che Hansen ha scattato per il giornale Dagens Nyheter, il dolore per la morte di due fratellini e del loro padre, le cui salme vengono trasportate verso una moschea. Le bare dei bambini, di due e tre anni, sono in primo piano, e precedono quella del padre. I tre rimasero uccisi da un missile che distrusse la loro casa e ferì gravemente anche la madre dei due bambini. "La sua forza sta nel contrasto tra la rabbia e il dolore degli adulti e l'innocenza dei bambini", ha spiegato un membro della giuria.


Al secondo posto si è piazzato l'italiano Fabio Bucciarelli della France Presse per la foto di un ribelle sirianoin piedi su un tetto per sparare con un lanciagranate. Terzo posto per l'americano Javier Manzano , con una foto di ribelli siriani in una stanza buia in cui filtra un po' di luce dai buchi dei proiettili. Tra i premiati numerosi gli italiani: oltre a Bucciarelli, Alessio Romenzi e Paolo Pellegrin , vincitori rispettivamente del primo e secondo premio nella categoria General News e Stories, Vittore Buzzi terzo nella categoria Sports Feature, e Fausto Podavini e Paolo Patrizi , rispettivamente 1° e 2° premio nella categoria Daily Life, Stories.


Al concorso hanno partecipato quest'anno 103.481 fotografie, inviate da 5.666 fotografi provenienti da 124 Paesi.

Fabio Bucciarelli/Agence France-Presse/World Press Photo

Aleppo, Siria, ottobre - dicembre 2012. Un soldato del Libero esercito siriano prende posizione durante gli scontricontro le forze governative nel distretto di Sulemain Halabi.

Una foto della serie Battle to death di Fabio Bucciarelli, Italia, Secondo premio Spot news stories.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti