Rita Fenini

-

Anche i disordini contro i cartelli di narcos che si contendono villaggi e città del Sud America sono una sorta di guerra. Una guerriglia violenta, che proprio in questi giorni sta imperversando nello stato messicano del Michoacán: milizie di cittadini si sono autorganizzate per combattere il cartello dei "Caballeros templarios" (che gestisce il traffico di droga nella zona), ma il 14 gennaio il governo ha chiesto alle milizie di deporre le armi e ha mandato l’esercito a pattugliare la zona.

Tutti in guerra contro tutti. E gli scontri sono ancora in corso. Le immagini

© Riproduzione Riservata

Commenti