Sudafrica, foto da un drone
Sudafrica, foto da un drone
Foto

Il Sudafrica diviso tra ricchi e poveri, fotografato da un drone

Le disuguaglianze economiche nelle città in una serie di scatti dall'alto: il progetto ''Unequal Scenes'' di Johnny Miller

Con il suo progetto Unequal Scenes ("Scene di disuguali"), il fotografo statunitense Johnny Miller ha voluto raccontare da un punto di vista inusuale la separazione tra ricchi e poveri che caratterizza la società del Sudafrica, suo Paese d'adozione, dove si è trasferito dal 2011 per studiare antropologia a Città del Capo.

Utilizzando un drone, Miller ha immortalato da decine di metri di altezza alcuni dei principali agglomerati urbani del Paese, in una serie di scatti dall'alto, dai quali emergono palesemente le grosse disuguaglianze sociali ed economiche che ancora oggi esistono nelle città sudafricane, la cui pianificazione territoriale risale al periodo dell'apartheid, e che restano divise tra quartieri ricchi protetti da recinzioni elettrificate e guardie armate, dove è garantito ogni servizio, e vere e proprie baraccopoli, fatte di baracche fatiscenti con tetti in lamiera.  



Johnny Miller/Olycom
Hout Bay/Imizamo Yethu, Città del Capo, Sudafrica. Hout Bay è una valle pittoresca, 15 km a sud di Città del Capo. Situato tra due ricchi complessi residenziali si trova il sobborgo di Imizamo Yethu, costituito da una zona residenziale vera e propria e da una insediata con abitazioni di fortuna, che risalgono le ripide pendici della montagna retrostante. La cosa più sorprendente è il numero di alberi presenti a Tierboskloof rispetto alla quasi assenza di verde a Imizamo Yethu.
Ti potrebbe piacere anche

I più letti