Rita Fenini

-

La liturgia ortodossa prevede per il Natale una serie di preghiere, canti e la benedizione dei cibi: pane, grano, vino ed olio.
Terminata la Liturgia, i fedeli intonano l’inno di Natale e al centro della chiesa viene portata l’icona di Natale e una candela accesa che simboleggia la Stella Cometa. A quel punto il digiuno pre natalizio è terminato ed il sacerdote unge i fedeli con l’Olio Santo e questi consumano il pane benedetto. La chiesa e le case  sono addobbate con simboli della tradizione cristiana, mentre l’albero, come pure il presepio, non fanno parte della tradizione natalizia ortodossa. Da Mosca al Cairo, le foto più belle delle celebrazioni

© Riproduzione Riservata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965