Rita Fenini

-

Sono fotografie poetiche, a volte tristi e a volte piene di speranza e di voglia di vivere. Raccontano la vita quotidiana di quasi 5milioni di persone che in Italia soffrono di una malattia reumatica, spesso persone molto giovani, contrariamente a quanto si crede di solito. "Malattie senza dignità". Questo il titolo della mostra fotografica organizzata dal Collegio dei reumatologi ospedalieri e territoriali italiani (Croi) e dall' A.N.Ma.R., (Associazione Nazionale dei Malati Reumatici) allo scopo di porre l'attenzione sul tema delle patologie reumatiche, caratterizzate da sofferenze non solo fisiche ma spesso anche emotive: isolamento, incomprensioni e mancato riconoscimento.

Attraverso 50 pannelli fotografici realizzati da Roberto Murgia, reumatologo e fotoblogger, la mostra racconta i disagi e le sofferenze di chi è stato colpito da alcune tra le 150 patologie ‘reumatiche’, spesso confuse con le inevitabili conseguenze dell'età che avanza. In realtà questo gruppo di malattie, fortemente limitanti della libertà di movimento e dell'autonomia delle persone, colpisce diverse fasce di età, soprattutto i giovani adulti di sesso femminile, comportando disabilità, ricoveri, lunghissime cure e costi sociali molto alti.

Inaugurata il 10 giugno a Roma, al Senato della Repubblica, la mostra sarà itinerante e inizierà a Cagliari il 19 giugno, per poi seguire nel corso del 2015 e del 2016 le tappe dei corsi e dei convegni del CROI. Parallelamente alla mostra itinerante, è stato realizzato un volume a cura dell’ Editore Auxiliatrix, il ricavato della cui vendita sarà interamente devoluto per la realizzazione di progetti a favore dei malati reumatici

© Riproduzione Riservata

Commenti