Rita Fenini

-

Il libro

Nell'agosto del 1969, mezzo secolo fa, mezzo milione di persone si riunirono a Bethel (nella parte nord dello Stato di New York), nel campo di un allevatore, per partecipare a quello che è ormai noto come l'evento musicale più importante e irripetibile di sempre: la Fiera della Musica e delle Arti di Woodstock, meglio conosciuto con il più semplice festival di Woodstock, espressione più alta dei valori hippie e della controcultura giovanile

Il racconto comincia con un inquadramento del clima sociopolitico degli anni Sessanta e tutti i passi che hanno portato all'evento sono descritti nel dettaglio: l'organizzazione, la pubblicità, il marketing, ma anche i festival che hanno creato le condizioni adatte (Newport, Monterey, Miami e Atlanta).

I tre giorni del festival sono presentati cronologicamente e un elenco completo offre uno sguardo dettagliato su tutti i 31 artisti, nell'esatto ordine in cui sono saliti sul palco, da Richie Havens a Jimi Hendrix, esibitosi molte ore dopo quella che avrebbe dovuto essere la fine del festival.

Numerosissime ed esaurienti, all'interno del volume, le informazioni sui musicisti delle band, scalette, performance, aneddoti e ricordi dei protagonisti, tutte notizie che delineano l'intero panorama sonoro di Woodstock, canzone per canzone.

Gli autori del libro - Mike Evans e Paul Kingsbury - analizzano, 50 anni dopo, l'eredità del festival, con un focus sui protagonisti ancora in vita: nuove
interviste e le parole di chi c'era – musicisti, manager, fan, fotografi – offrono uno sguardo privilegiato, lungo tutto il dipanarsi del volume.

Pete Townshend - leader e chitarrista dello storico gruppo rock "The Who" - pensava che "tutta l'America fosse impazzita", mentre Mickey Hart dei Grateful Dead disse: "Non abbiamo mai suonato così male".

Con tantissimi aneddoti e storie dal backstage, ma anche molti scatti e memorabilia – parecchi dei quali mai pubblicati prima – Woodstock è la celebrazione più alta in occasione di questo cinquantesimo anniversario.


Il volume "Woodstock: i tre giorni che hanno cambiato il mondo" verrà presentato domenica 17 marzo 2019 alle ore 14.00 alla Fabbrica del Vapore di Milano in occasione di Book Pride 2019, la Fiera Nazionale dell'Editoria Indipendente


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Luigi Ghirri: le sue foto in mostra a Parigi

Sino al 2 giugno 2019, le "Jeu de Pome" ospita un'interessante retrospettiva del noto fotografo emiliano con focus sugli anni '70

La Cina di Zeng Yi in mostra a Pavia

Dal 23 febbraio al 7 aprile 2019 al Castello Visconteo di Pavia le suggestive immagini di un fotografo cinese che raccontano la vita rurale del paese

Resilient: l'Africa di Marco Gualazzini in mostra a Milano

In mostra sino al 24 marzo, negli spazi di Forma Meravigli, le intense immagini dei reportage realizzati da Marco Gualazzini in Africa

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965