Alla Leica Galerie Milano inaugura stasera alle 19 la mostra The Western Front, che presenta il lavoro del celebre fotoreporter statunitense Stanley Greene sulla scena musicale punk di San Francisco degli anni '70 e '80, frequentata dal fotografo quando ancora non era conosciuto al grande pubblico. Una preziosa testimonianza in 27 fotografie in bianco e nero, presentate per la prima volta in Italia, risalenti agli inizi della carriera da professionista del fotografo, successivamente sempre più richiesto da band e artisti, i cui scatti cominceranno ad apparire a corredo di articoli e interviste sui magazine più patinati dell'epoca. Dal 2013 The Western Front è anche un libro, pubblicato da André Frère Edition

Nato nel 1949 a Brooklyn, New York, Stanley Greene si avvicina al fotogiornalismo nel 1989, anno in cui il suo scatto Kisses to All, Berlin Wall diventa simbolo della caduta del Muro di Berlino. Nel corso della sua carriera documenta alcuni dei maggiori conflitti mondiali, muovendosi dalla Georgia all'Iraq, fino a Somalia, Kashmir, Libano e Ruanda. Conosciuto in particolare per il suo reportage dedicato alla guerra in Cecenia, diventato poi il celebre libro Open Wound, ha vinto il prestigioso Eugene Smith Humanistic Grant nel 2004 e il Getty Award for Editorial Images nel 2011. Dal 2007 è membro fondatore dell’agenzia NOOR.

L'esposizione è realizzata in collaborazione con aBcM - agenzia milanese impegnata con la fotografia d'autore.

The Western Front
Foto di Stanley Greene
Leica Galerie Milano
Via Mengoni 4 – angolo Piazza Duomo
12 maggio-28 giugno 2015
Ingresso gratuito

© Riproduzione Riservata

Commenti