Rita Fenini

-

Una serie di lavori inediti che mettono alla prova. Fasci di luce che tagliano tende e finestre, paesaggi metropolitani in giro per l’ Europa e scorci isolani catturati e mediati dal riflesso. La  fotografa Maria Mulas dà vita ad una serie di “osservazioni” del naturale e del quotidiano attraverso una doppia lente: quella della sua Lumix e quella del suo incredibile spirito d’osservazione, creando uno spazio lirico utilizzando soltanto le "risorse del riflesso". La Mulas ci regala la sua visione da attenta osservatrice e scopritrice della realtà che ci circonda, ci mette alla prova, genera in noi “sospetto” e ci chiede di scrutare con attenzione. Ancora un lavoro sulla luce. Lo studio che porta avanti da più di quarant’anni, il chiaro-scuro volutamente evidenziato sul volto dei migliaia di artisti che ha ritratto e adesso l’immagine riflessa, restituita da tutto ciò che ci circonda.

Maria Mulas “SOSPETTO”
Fino al 30 Luglio
Twenty14 Contemporary
piazza Mentana,7
Milano

© Riproduzione Riservata

Commenti