Eugenio Spagnuolo

-

La Francia come non l'avete mai vista. Tra luglio e settembre 2013 l'artista-fotografa Maia Flore ha percorso le strade francesi, visitando 25 tra monumenti, castelli e musei e ricevendo da ciascuno ispirazioni sempre diverse. Il risultato è ora visibile nella mostra la mostra ImagineFrance, organizzata da Atout France presso l’Institut Français di Milano, dove resterà fino all'8 giugno. Poi inizierà un tour di 3 anni in giro per il mondo.

In questa gallery troverete un'anteprima della mostra, dove è evidente l'idea di fondo dell'artista: creare un personaggio che si appropri di ogni luogo, per renderlo vivo e sorprendente. In un gioco di specchi tra realtà e immaginazione che anima e innova uno dei patrimoni culturali più ricchi del mondo.

Maia Flore è nata nel 1988, in Francia. Nel 2011, entra a far parte dell’ Agenzia VU'. Il suo percorso si inserisce in una ricerca di coincidenze fra il reale e il suo immaginario. Un mondo creato da tanti tasselli sotto forma di narrazioni emozionanti e avvicenti, a volte bizzarre, a volte surreali. In Svezia inizia la sua prima serie di « Sleep Elevations », un viaggio sospeso in cui si lascia andare ai ricordi dell’infanzia.
Nell’estate 2012, durante la sua prima residenza in Finlandia, Maia Flore esplora nuovi metodi di rappresentazione e di narrazione. Ricerche che poi continuano al centro delle arti di Berkeley in California. Ne derivano due serie (Situations e Morning Sculptures) che continuano ad esplorare la confusione dei sentimenti in cui la fotografia colloca sia i personaggi che gli spettatori.

© Riproduzione Riservata

Commenti