Rita Fenini

-

In occasione della Milano PhotoWeek , il capoluogo lombardo rende omaggio alla città di Praga con due mostre fotografiche - entrambe allestite a Palazzo Reale - che rivelano l'atmosfera della loro epoca e testimoniano vicende che sono imprescindibilmente parte della storia dell'Europa del XX secolo. 

Due mostre che parlano di "due primavere": quella del maggio 1945, dopo la Liberazione, alla fine della Seconda Guerra mondiale e quella del 1968/1969, che porta questo nome in ricordo del breve periodo di riforme democratiche, poi soffocate nell’Occupazione delle truppe del Patto di Varsavia 

La Primavera di Praga 1968 – 1969

Visitabile a Palazzo Reale di Milano dal 5 al 24 giugno 2018, la mostra racconta, attraverso gli scatti inediti di 22 fotografi, quel breve periodo storico di liberalizzazione politica iniziato in Cecoslovacchia nel gennaio del 1968 (quando il riformista slovacco Alexander Dubček salì al potere) e terminato la mattina del 21 agosto dello stesso anno, quando i carri armati dell’esercito del Patto di Varsavia (Unione Sovietica, Bulgaria, Polonia, Ungheria e Repubblica Democratica Tedesca) invasero il Paese, spegnendo le speranze nate con le riforme varate solo pochi mesi prima

All'interno del percorso espositivo, un’ampia sezione è dedicata al funerale di Jan Palach, lo studente diciannovenne che il 16 gennaio 1969 si diede fuoco davanti al Museo Nazionale in Piazza Venceslao e che morì dopo tre giorni di agonia: i suoi funerali furono una manifestazione anti-regime e il suo atto passò alla storia come simbolo della protesta contro l’occupazione militare sovietica.

Dove e quando

"La Primavera di Praga 1968-1969" apre al pubblico dal 5 al 24 giugno 2018 nei seguenti giorni e orari:

lunedì 14.30-19.30

martedì, mercoledì, venerdì, domenica 9.30-19.30

giovedì e sabato 9.30-22.30

Ingresso gratuito - Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura

Sede della mostra, Palazzo Reale di Milano, in Piazza del Duomo, 12

La mostra, a cura di Dana Kyndrovà e Pamela Campaner, è promossa e prodotta dal Comune di Milano – Cultura e Palazzo Reale, in collaborazione con Centro Ceco di Milano e Expowall.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Fotografe italiane in mostra a Roma

A Palazzo delle Esposizioni di Roma, sino al 2 settembre 2018, le originali interpreti del panorama fotografico italiano dalla metà degli anni Sessanta a oggi

Il Ladakh in bianco e nero

Il "Piccolo Tibet" del Kashmir indiano in un inedito reportage, tutto in bianco e nero, del fotografo bolognese Paolo Balboni

Luigi Ghirri in mostra alla Triennale

A Milano, sino al 26 agosto 2018, una retrospettiva focalizzata sull'importanza della sua opera nell'ambito dell'architettura

Commenti