Rita Fenini

-

Un grande affresco della "Città Eterna" che abbraccia un arco di tempo lungo più di 70 anni, dal dopoguerra ad oggi: questo il racconto per immagini -in mostra al Casale di Santa Maria Nova- firmato dal maestro Gianni Berengo Gardin, che, ligure di nascita e veneziano d’origine, conosce Roma sin dall’infanzia, negli anni dell’occupazione tedesca e della liberazione, quando viveva al rione Celio. Nella Capitale, Berengo Gardin ci torna anche negli anni '50, da professionista affermato, e come tale la immortala, cogliendo gesti ed atmosfere della città e della gente che la popola. 

La Mostra

L'architettura storica e la trasformazione delle periferie; Cinecittà e l'Appia Antica; il clero e gli studenti; i quartieri popolari e la Roma imperiale. Ma soprattutto i gesti, i volti, i dettagli, gli sguardi dei romani: quella di Berengo Gardin è una foto che indaga il reale, ma che va ben oltre la cronaca. E' uno spaccato sociale di un mondo in divenire, con uno sguardo al passato e un piede nel futuro.

75 gli scatti in mostra, di cui 25 inediti, che si snodano in un percorso suggestivo ed elegante negli spazi della Tenuta di Santa Maria Nova, vivida testimonianza dell’evoluzione del paesaggio sull’Appia e di una frequentazione che, dalle più precoci fasi romane fino ai nostri giorni, non si è mai interrotta. 

Informazioni sulla mostra

GIANNI BERENGO GARDIN "ROMA"

Periodo: 29 settembre 2019 – 12 gennaio 2020

Sede: Roma, Casale di Santa Maria Nova - Via Appia Antica, 251

Promossa da: Soprintendenza Speciale di Roma Archeologia, Belle Arti, Paesaggio – Parco Archeologico dell’Appia Antica con  l’organizzazione di Electa e in collaborazione con Fondazione Forma per la Fotografia

A cura di: Giuliano Sergio

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Festival della Fotografia Etica: al via a Lodi la decima edizione

Dal 5 al 27 ottobre, per il decimo anno consecutivo, la suggestiva città di Lodi farà da sfondo alla decima, attesissima edizione del Festival della Fotografia Etica

Ferdinando Scianna in mostra a Venezia

Sino al 2 febbraio 2020, alla Casa dei Tre Oci di Venezia, una grande antologica che racconta oltre cinquant’anni di carriera di uno dei maestri della fotografia contemporanea.

Steve McCurry. La grande fotografia in mostra a Modena

Dal 13 settembre 2019 al 6 gennaio 2020, le Gallerie Estensi di Modena ospitano la mostra "Leggere": 70 scatti del grande fotografo satunitense dedicati alla passione per la lettura 

Commenti