Rita Fenini

-

Con un gran numero di mostre, workshop, letture portfolio ed eventi vari, l'edizione 2019 di Cortona On The Move si focalizza sul rapporto tra uomo, paesaggio e territorio: attraverso la fotografia documentaristica contemporanea - e sotto la direzione artistica di Arianna Rinaldo - i lavori in mostra rivelano e interpretano la relazione dell’essere umano oggi con il suo intorno. Una relazione complessa e sfaccettata, che ci pone interrogativi sul nostro presente, sul futuro e sul passato.

Dove e Quando

Il Festival animerà le strade di Cortona dall'11 luglio al 29 settembre 2019

Principali sedi espositive, il Vecchio Ospedale, l’ex Magazzino delle Carni, Palazzo Cinaglia, Palazzo Capannelli e la Fortezza Medicea del Girifalco: a queste si aggiungono le mura dei vicoli e delle strade del centro storico

Il programma completo delle mostre e delle varie iniziative è consultabile su sito di Cortona On The Move

Le mostre fotografiche

Focus di questa edizione del festival il rapporto uomo ambiente

Tra le varie ed interessanti mostre in programma, sicuramente da segnalare "La Caravana", il lavoro della fotografa documentarista AdaTrillo che, nell’ottobre del 2018, ha iniziato il suo viaggio seguendo i migranti che da vari statidel Sudamerica cercano di raggiungere gli Stati Uniti.

Con "Passersby", la fotografa statunitense Lara Shipley ha invece immortalato un’altra faccia del Messico, il deserto di Sonora, palcoscenico di migrazioni, aspettative umane e dominazione coloniale

Dalla collaborazione con Intesa Sanpaolo e Archivio storico Intesa Sanpaolo nasce invece "Paesaggio Umano – L’Italia del ‘900", una selezione di immagini tratte dall’Archivio storico Intesa Sanpaolo che mostrano la storia del nostro Paese attraverso l'interazione tra cittadini e paesaggio, con una scelta iconografica che va dai disastri ecologici e ambientali alle iniziative agricole e agli sviluppi infrastrutturali del territorio.

E ancora:per la prima volta, attraverso la collaborazione con Institut d’Estudis Baleàrics, Beatriz Polo Iañez porta a Cortona "L’Illa", un progetto fotografico composto da istantanee raffiguranti persone che abitano su un’isola e le dinamiche di interazione; mentre arrivano dal Canada, in collaborazione con Magenta Foundation e Istituto Italiano di Cultura di Toronto, "La Strada Blu", 7458 km di coste italiane di Marco Rigamnonti, un ritratto di momenti di vita italiana lontane dal rumore e dal turismo di massa.

Menzione a parte merita l'interessante progetto "Baci from Cortona", che porta in mostra fotografie personali e ricordi raccolti tramite una call aperta tra cortonesi e americani e l’incontro di due culture.

Il Premio Canon

Il premio Canon, dedicato ai giovani dai 18 ai 35 anni, vuole offrire un’opportunità di crescita e affermazione professionale chiedendo ai giovani fotografi di cimentarsi nel racconto di una storia, vissuta in prima persona, come testimoni oppure immaginata: la sfida è quella di presentare lavori inediti che siano libera espressione della propria creatività.

Filo conduttore della 14a edizione del Premio Canon Giovani Fotografi 2019 è il tema "Raccontaci una storia"

Sulla scia del successo dello scorso anno, i lavori dei finalisti (i vincitori verranno annunciati il 10 giugno) saranno esposti nella mostra Premio Canon Giovani Fotografi 2019 alla nona edizione del festival.

Visitare Cortona

Raccolta all’interno delle sue mura di origine etrusca, dal colle su cui sorge la cittadina di Cortona abbraccia con lo sguardo la Valdichiana, fino al lago Trasimeno.

Da Piazza della Repubblica, centro della città su cui si affaccia il Palazzo Comunale, si apre un dedalo di strade da percorrere armati di curiosità per i piccoli negozi di prodotti di artigianato e gastronomia locale, fermandosi a gustare un buon bicchiere di vino in una delle tante enoteche del centro storico.

Con una breve salita si raggiunge la Fortezza del Girifalco - una delle sedi espositive più suggestive di Cortona On The Move - e il Santuario di Santa Margherita, patrona della città, situati nel punto più alto della città.

Merita una visita il Museo Diocesano, nel quale è esposta una tavola dell’Annunciazione di Beato Angelico e, soprattutto, il MAEC, Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona, che conserva molti reperti provenienti dalle diverse aree etrusche della zona.

Poco fuori dalle mura sorge l’Eremo francescano Le Celle, il primo convento costruito da San Francesco d’Assisi nel 1211, tuttora abitato da una piccola comunità di frati, dove è possibile visitare la piccola cella di San Francesco, preservata nonostante i numerosi interventi di ristrutturazione e ampiamento avvenuti nel corso dei secoli.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Liu Bolin: l'invisibile in mostra al MUDEC di Milano

In mostra al Mudec di Milano, sino al 15 settembre 2019, lo straordinario performer cinese della fotografia mimetica

Le foto di Massimo Sestini in mostra a Milano

Fino al 4 agosto, presso lo spazio Forma Meravigli di Milano, la mostra di Massimo Sestini "L’aria del tempo", una serie di incredibili visioni aeree del nostro paese

Al Museo Diocesano di Milano la mostra che celebra Magnum Photos

Dall’8 maggio al 6 ottobre 2019, al Museo Diocesano di Milano, in mostra 83 stampe vintage in bianco e nero di otto maestri del Novecento, tutti legati alla celebre agenzia Magnum

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965