Photo Department

-

Inaugura il 23 aprile a Palazzo Madama di Torino la mostra Federico Patellani, professione fotoreporter, dedicata alla carriera del primo fotogiornalista italiano, tra i più importanti fotografi italiani del XX secolo. In esposizione, 90 fotografie in bianco e nero selezionate dalla ricchissima produzione di Patellani, realizzata quasi interamente per i giornali e oggi conservata presso il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo.

Il percorso espositivo, articolato in cinque sezioni, ricostruisce le tappe fondamentali della carriera del fotografo, evidenziandone le tematiche più importanti: la distruzione delle città italiane alla fine della Seconda Guerra Mondiale; la ricostruzione e la ripresa economica; il sud dell'Italia e la Sardegna; la nascita dei concorsi di bellezza e la ripresa del cinema italiano; i ritratti degli artisti e degli intellettuali. 

Nato a Monza nel 1911, si a avvicina alla fotografia dopo la laurea in Legge, nel 1935, documentando con una Leica le operazioni del Genio Militare italiano in Africa, durante il suo servizio militare . Nel 1939 inizia la sua collaborazione con Il Tempo - settimanale pubblicato da Alberto Mondadori che si rifaceva all'esperienza di Life - nel corso della quale, da narratore colto e sensibile, racconta tutti i principali eventi che segnano la società italiana del dopoguerra. Nel suo lungo racconto per immagini parla di un'Italia che cerca di dimenticare il passato recente e di ritrovare le proprie radici, un Paese che sta cambiando pelle, trasformandosi da contadino a industriale. Si dedica alla cronaca, ma anche al costume e alla moda, al mondo del cinema, della letteratura e della pittura, ritraendone i principali protagonisti senza retorica e mosso da un sincero interesse documentario.

In un articolo apparso nel 1943 su Fotografia, la prima rassegna dell'attività fotografica in Italia pubblicata da Editoriale Domus, in quello che viene considerato il manifesto del fotogiornalismo in Italia, Patellani si definì un "giornalista nuova formula": rivoluzionando il rapporto tra immagine e parola scritta, il fotogiornalista privilegia la forza automa della prima e, forte della lezione del mondo del cinema, cattura immagini "viventi, attuali, palpitanti”, cogliendo il movimento e il sensazionale.

La mostra, nata dalla collaborazione fra Palazzo Madama, Museo di Fotografia Contemporanea e Silvana Editoriale, ha il patrocinio della Città di Torino ed è inserita nel calendario ufficiale di ExpoTo. Accompagna la mostra un catalogo realizzato da Silvana editoriale

FEDERICO PATELLANI
23 aprile - 13 settembre 2015
a cura di Kitti Bolognesi e Giovanna Calvenzi
Palazzo Madama – Corte Medievale
Piazza Castello, Torino

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Torino, il grattacielo di Renzo Piano prende vita

Inizia a popolarsi la grande torre in zona Porta Susa progettata dall'archistar genovese

I mondi di Primo Levi. Una strenua chiarezza, la mostra a Torino

Immagini e parole del grande scrittore torinese in esposizione a Palazzo Madama, nel 70° anniversario della liberazione di Auschwitz

Il Nuovo Museo Egizio di Torino - Le foto

Dopo tre anni e mezzo di lavori e un investimento di 50 milioni di euro ha riaperto al pubblico il più importante museo al mondo dopo quello del Cairo

Commenti