Rita Fenini

-

Tra le figure più influenti e innovative della fotografia del ventesimo secolo, Erwin Blumenfeld è stato un artista con una percezione dell’arte, della moda e della pubblicità unica nel suo genere, caratterizzata da una sperimentazione continua.

La mostra “Blumenfeld Studio – New York 1941-1960” si concentra sui lavori che Blumenfeld ha realizzato nel suo studio di Central Park a New York durante la Seconda Guerra Mondiale e i successivi anni del boom economico: dalla fotografia di moda alle campagne pubblicitarie, dai ritratti di personalità, ai manifesti della propaganda, fino ai lavori sperimentali che oggi sono stati riconosciuti come significativi e determinanti per lo sviluppo della fotografia contemporanea. Profondamente inventivo, sperimentatore e spesso in opposizione ai codici convenzionali, Blumenfeld occupa sicuramente un posto di riguardo nella storia della fotografia.

La mostra curata da Nadia Blumenfeld Charbit, François Cheval e Ute Eskildsen e originariamente concepita per il Musée Nicéphore Niépce di Chalon-sur-Saône, in Francia, presenta oltre un centinaio di stampe perfettamente restaurate nei colori, riviste originali e alcuni ritagli di pubblicazioni storiche

Galleria Carla Sozzani
Corso Como 10 – 20154 Milano, Italia

dal 15 febbraio al 30 marzo

© Riproduzione Riservata

Commenti