Photo Department

-

Ha inaugurato oggi, presso la galleria foto-forum di Bolzano, una mostra dedicata al fotografo ebreo austriaco Erich Lessing (Vienna, 1923). In esposizione, una serie di immagini tratte dal volume di recente pubblicazione Anderswo (Altrove), che raccoglie 112 scatti selezionati dall'immenso archivio del fotoreporter, attivo dal secondo dopoguerra, in seguito al suo rientro in Austria dalla Palestina nel 1946, 7 anni dopo la fuga dall'Europa assediata dal nazismo. 

Dopo la collaborazione con l'agenzia di stampa americana Associated Press, durante cui realizza reportage, tra gli altri, per importanti testate come Life, Epoca, Quick, Picture Post e Paris Match, nel 1951 Lessing diventa socio di Magnum Photos, invitato da David "Chim" Seymour, uno dei soci fondatori della prestigiosa agenzia fotogiornalistica.

«Non ho in realtà mai pensato a fare qualcosa che non fosse raccontare storie, e proprio la macchina fotografica è divenuta il mezzo con cui lo voglio fare. Ma non vado mai in giro con la macchina fotografica. La prendo in mano come strumento per uno scopo ben preciso. Guardo il mondo con i miei occhi e non attraverso il mirino. Non interpreto nulla, non modifico nulla in camera oscura. Sono un fotografo realistico.» Erich Lessing

I reportage di Lessing, che documenta importanti eventi politici nell'Africa settentrionale e in Europa, tra cui la rivolta ungherese del 1956, non raccontano i rappresentanti del potere o i protagonisti celebri ma persone comuni ritratte nella loro vita quotidiana. Il suo desiderio è sempre stato quello di raccontare il mondo andando oltre l'abituale e il conosciuto: questo l'altrove cui si riferisce il titolo del volume, scelto dall'autore stesso.

Disilluso dalla fotografia di reportage, dagli anni '60 inizierà a realizzare scatti per volumi illustrati di storia o di argomenti culturali come l'Odissea, la Bibbia, la storia dell'Austria e della Francia, costruendo nel tempo un enorme archivio fotografico. Per la sua opera, è stato insignito di numerosi premi tra cui, nel 2013, la Croce di Prima classe per la scienza e l'arte della Repubblica d'Austria.

La mostra è presentata in collaborazione con il festival cinematografico Bozner Filmtage, durante cui sarà proposto al pubblico il film "Der Fotograf vor der Kamera" (Il fotografo dinanzi alla macchina) di Tizza Covi e Rainer Frimmel, che documenta anche il processo di selezione delle immagini per questo progetto editoriale.

Erich Lessing
22/25 aprile e 12 maggio/20 giugno
foto-forum
Weggenstein-Straße 3f
Bolzano

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Identità, ritratti (fotografici) a confronto: la mostra a Milano

Alla Contrasto Galleria, l'evoluzione del genere ritrattistico dagli anni '30 a oggi, negli scatti di 11 grandi fotografi

Shadi Ghadirian: Qajar

Ritratti di donne iraniane realizzati dalla fotografa Shadi Ghadirian. Un suggestivo mix di passato e presente

Paolo Vigevani, "fotoamatore" in mostra a Verona

Al Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri, 134 scatti protagonisti di "Quando l'occhio diventa una spia"

Photofestival: appuntamento con la fotografia d’autore

Inaugurerà il 20 aprile 2015 la nona edizione dell'importante manifestazione che fa di Milano la capitale della fotografia italiana

Commenti