Un progetto dal titolo “Riviera” (organizzato a Gelendzhik, uno dei centri turistici più importanti della Russia europea meridionale) che vuole mettere a confronto diretto due realtà geografiche - la costa russa e quella italiana- attraverso la visione soggettiva di sei grandi fotografi, tre italiani e tre russi, per evidenziare sì le diversità culturali e sociali, ma contemporaneamente sottolinearne i punti di contatto: un desiderio di vita che si esprime nella condivisione di un territorio e un rispetto dell’altro che sono comuni a tutte le nazionalità.

Daniele Cametti Aspri (che a questo progetto partecipa insieme ad altri due autori italiani, Paolo Miserini e Mauro Quirini) con “L’ultima spiaggia” racconta la realtà di un tratto di costa italiana, quello di Capocotta, riserva naturale del litorale romano. Trattasi di una sorta di reportage intimo di un luogo che, da territorio personale, diventa simbolo di un ideale, suddiviso in due tempi: prima il tempo della presenza dell’ uomo e delle sue storie e poi quello dell’abbandono, a causa della mala politica.

“Questa importante occasione di partecipazione ad un progetto internazionale credo sia un ottimo spunto sia per raccontare qualcosa della fotografia italiana emergente al di fuori dei nostri confini,
sia per ragionare sulle differenze tra le culture, che alla fine trovano il loro punto di contatto proprio nell’uomo e nel suo grande desiderio vivere e condividere - commenta Daniele Cametti Aspri - Così, come alla fine del mio racconto, Capocotta non perde del tutto la sua intrinseca dimensione umana, anzi diventa “l’ultima spiaggia” di una battaglia per la civiltà, allo stesso modo questo confronto fotografico a Gelendzhik spero potrà portare ad una riflessione nuova su temi come la condivisione e il rispetto delle diversità che ci devono qualificare come uomini nel nostro tempo.”

“Riviera” - Un progetto fotografico congiunto Russia - Italia
Dal 23 Luglio al 13 Agosto 2016
Exhibition Hall - 353460, st. Ostrowski 6, Gelendzhik - Regione di Krasnodar (Russia)


© Riproduzione Riservata

Commenti