Rita Fenini

-

A Milano, presso lo spazio espositivo "Nonostante Marras", in mostra per la prima volta le foto, tutte di grande formato, della nuova serie di Daniela Zedda per il progetto Senes, voluto e promosso dalla famiglia di produttori vinicoli Argiolas in omaggio alla Sardegna e alla longevità dei suoi abitanti. La fotografa sarda indaga il tema della senilità con un tatto e una partecipazione straordinari, alla ricerca del segreto dell’elisir di lunga vita.

Un’ immersione nei ritratti di undici persone, che affermano la propria esistenza attraverso lo sguardo vivo e l’operosità del proprio fare: il carattere segna il volto di ognuno dei protagonisti e tutti sembrano sul punto di raccontare una storia, di intessere una relazione.

La fotografia di Daniela Zedda stupisce per il modo di immortalare persone e situazioni, che costringe lo spettatore a mettersi in contatto con un “vedere non abituale”: immagini che non sono strumento di comunicazione né di informazione, ma che ritraggono cose vere, intense, coinvolgenti, che parlano di sensibilità, di bellezza, di dignità. La storia di ogni foto è la storia di un incontro unico e irripetibile che diviene ritratto.

L’unicità e, al tempo stesso, l’ambivalenza della fotografia della Zedda si inseriscono perfettamente nel tema de "L’aldilà e l’aldiquà" scelto dal team di NONOSTANTE MARRAS per il programma espositivo del 2016


Daniela Zedda: Senes
24 marzo - 28 aprile 2016
Spazio Nonostante Marras
Via Cola di Rienzo 8 - Milano
 

© Riproduzione Riservata

Commenti