Photo Department

-

Si è celebrata ieri in tutto il mondo la prima Giornata internazionale dello yoga, riconosciuta nel dicembre 2014 da una risoluzione dell'ONU presentata dall'India e appoggiata da ben 177 Paesi.

Nel giorno del solstizio d'estate centinaia di migliaia di persone, in 251 città di 192 Paesi - da Mumbai a Seul, da Bangkok a Buenos Aires, da Pechino a Parigi, da Londra a New York , fino a Roma - hanno rivolto il "saluto al sole" allo spuntare dei suoi primi raggi, e praticato per tutta la giornta le
 diverse asana (posizioni) dello yoga e il pranayam (tecnica di respirazione). Un omaggio planetario alla millenaria pratica ascetica e meditativa che il premier indiano Narendra Modi, presente in prima persona all'evento organizzato a Nuova Delhi, ha definito "un mezzo per addestrare la mente a creare una nuova era di pace ed armonia".

"Lo Yoga è un antico tesoro, il regalo dell'India al mondo. Non è una religione né deve essere accostato a una particolare religione. È una scienza, la scienza del benessere, la scienza di integrare il corpo, la mente e l'anima'' ha afferma il ministro degli esteri indiano, Sushma Swaraj, intervenendo all'ONU. ''In un momento in cui conflitti etnici e la violenza degli estremisti minacciano di destabilizzare le nostre società, lo Yoga può essere il perfetto antidoto per allentare le tensioni negative e spingerci verso una strada di pace e armonia''. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti