Photo Department

-

Per l'ottavo anno consecutivo, il Forte di Bard ospita dal 4 febbraio l'anteprima italiana della mostra dedicata alle fotografie vincitrici e finaliste del prestigioso premio Wildlife Photographer of the Year, giunto alla 52esima edizione, indetto dal Natural History Museum di Londra per celebrare la migliore fotografia naturalistica dell'anno.

Negli spazi delle Cannoniere della spettacolare roccaforte situata all’ingresso della Valle d’Aosta saranno esposte 100 immagini, tra cui le foto vincitrici nelle sedici categorie del premio, selezionate da una giuria internazionale in base a criteri tecnici, artistici e interpretativi tra le quasi 50.000 foto candidate e inviate da 96 Paesi di tutto il mondo; in mostra anche gli scatti premiati dal pubblico nell'ambito del People's Choice Award, presentate in un suggestivo video slideshow. 

Le foto in esposizione raccontano il lato più affascinante del mondo animale e vegetale, spaziando da sorprendenti "ritratti" rubati ai più sublimi paesaggi del pianeta, e al contempo mettendo in evidenza alcune delle problematiche più attuali dell’ambiente, come la necessaria protezione della biodiversità.

Vincitore assoluto del titolo assoluto di fotografo dell'anno è lo statunitense Tim Laman, che con lo scatto Vite intrecciate ha immortalato, da circa 30 metri d’altezza, un orangutan del Borneo arrampicatosi su un albero in cerca di cibo. L'autore 16enne dello scatto premiato nella categoria giovani è invece l'inglese Gideon Knight, che ha catturato le silhouette di un corvo e del sicomoro su cui riposa, stagliate contro il profondo blu e la luna di un magico cielo notturno.

Molti nomi italiani tra gli autori degli scatti in mostra, tra i quali i finalisti Walter Bassi, con Verme ipnotico (categoria Invertebrati), Hugo Wassermann con Ritiro alpino (categoria Ambiente Urbano), Fortunato Gatto con Dopo la tempesta (categoria Terra), Stefano Baglioni con Piccola Stella (categoria Piante e funghi) e Nicola Di Sario con Luce degli occhi (categoria Bianco e nero). Vincitori invece, rispettivamente per le categorie Rettili, anfibi e pesci, Piante e funghi e Sul territorio i tre reporter naturalistici Marco Colombo, con Piccolo Tesoro, Valter Binotto con La composizione del vento e Stefano Unterhiner con Spirito delle montagne.

Wildlife Photographer of the Year
Forte di Bard. Valle d’Aosta 
4 febbraio – 4 giugno 2017
(inaugurazione 3 febbraio)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Wildlife Photographer of the Year 2015: i vincitori

Numerosi gli italiani premiati dal celebre concorso dedicato alla fotografia naturalistica, selezionati tra oltre 42.000 partecipanti

Wildlife Photographer of the Year 2014: le foto dei vincitori

Una selezione degli scatti premiati dal celebre concorso dedicato alla fotografia naturalistica, promosso dal Museo di storia naturale di Londra

Le migliori foto naturalistiche del 2013

Dieci scatti premiati dal celebre concorso Wildlife Photographer of the Year, promosso dal Museo di storia naturale di Londra

Commenti