Nella prima selezione di immagini a cavallo tra il 2017 e il 2018, i fotografi di tutto il mondo ci hanno raccontato di:

Capodanno: Roma chiama Hong Kong

Si inaugura il nuovo anno con una spettacolare remata sui "paddles" ad Hong Kong, mentre a Roma "Mister Ok" si tuffa nel gelido Tevere per il cimento tradizionale di Capodanno. Ancora due scatti "incrociati" tra Hong Kong e Roma. Nell'ex colonia britannica il 1 gennaio non ha portato festeggiamenti per gli attivisti dei diritti civili, arrestati in massa dalla polizia durante la prima manifestazione dell'anno. A Piazza del Popolo la sagoma dell'obelisco si è contesa la notte romana con il disco gigante della superluna del primo giorno dell'anno.

Linee e curve

Nei pressi del deserto di Abu Dhabi le dune hanno formato spettacolari intrecci, mentre decine di calligrafi si sono dati appuntamento per disegnare sinuosi ideogrammi al raduno annuale che si svolge a Tokyo. In Somalia, presso il porto di Mogadiscio, uno squalo martello ha disegnato una curva attorno alle spalle di un pescatore soddisfatto della sua preda.

Volti e colori

Il volto di un culturista indiano è stato fotografato appena prima di essere coperto di una tinta marrone per risaltare la muscolatura, mentre il viso di Papa Francesco veniva accarezzato dalla mano di un bellissimo bimbo durante l'udienza generale di inizio anno. Alla candida veste del Papa ha risposto il bianco della farina che ha disegnato una nube di fronte al volto divertito di una partecipante alla gara di torte durante il 70° anniversario dell'indipendenza birmana a Rangoon. In Germania un'altra grande nuvola di neve bianca si è levata sostenuta dal vento della prima forte bufera dell'anno, dipingendo una tela candida attraverso la quale si intravede a malapena la sagoma di un fondista.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti