Come ogni anno a Bang Phli, distretto della provincia di Samut Prakan, in Thailandia, nel 13° giorno di luna crescente dell'11° mese lunare si celebra la festa annuale del Rap Bua (o Yon Bua), che letteralmente significa "ricevere fiori di loto". L'occasione è Ok Phansa, che celebra la fine del "Ritiro Monsonico", i tre mesi durante cui i monaci buddisti si ritirano nei templi per meditare e purificarsi.

Fin dal primo mattino la popolazione locale e i numerosi turisti attendono lungo le sponde del canale Samrong il passaggio della processione fluviale in onore del Buddha Luangpho To. Al passaggio della barca su cui viaggia una sua statua dorata, proveniente dal tempio Wat Bang Phli Yai, dove se ne venera l'originale, le persone gettano fiori di loto verso l'effige, ringraziando il Buddha per la sua benedizione della terra e dell'acqua. 

Tramandata attraverso le generazioni, questa antica tradizione si rinnova regalando fiori di loto agli ospiti per la cerimonia, offrendo cibo ai monaci e ascoltandone un sermone, ma anche giocando, partecipando a gare di barche, ballando, suonando musica e intonando canti tradizionali.

Le foto sono di Barbara Walton.

© Riproduzione Riservata

Commenti