Photo Department

-

Con le foto del 3 maggio arriviamo in Tunisia, dove la liceale tunisina di nome Amina, che si era fatta fotografare a seno nudo per protesta contro gli attacchi alla condizione femminile, attraverso la rete torna a mostrarsi con la scritta ''Basta lezioni di morale'' sul corpo; nell'Amazzonia brasiliana, dove un gruppo di indigeni sta di nuovo occupando il luogo dove è in costruzione la controversa diga idroelettrica di Belo Monte; a Leicester, nel Regno Unito, dove nel corso di uno scavo per la costruzione di un parcheggio è stato ritrovato un antico cimitero romano; sulla spiaggia di Banongan, nella provincia di Giava orientale, in Indonesia, durante un'esercitazione militare; nel centro di Kiev, in Ucraina, durante una manifestazione contro l'aborto; in pellegrinaggio (cattolico) verso il villaggio di Paowo, nella provincia dello Shaanxi, in Cina; presso un tempio buddhista di Seul, in Corea del Sud, dove ci si prepara al compleanno di Buddha; e, sempre in Corea del Sud, presso il quartier generale militare di Gyeryong.


"Immagini che scorrono sul monitor delle "agenzie": il mondo come lo avvertiamo,  mediato, non dall'impossibile ritmo continuo delle televisioni, ma dal  ritmo discreto degli scatti dei fotografi; un flusso di momenti che  inquadrano una giornata. Una serie di "istanti infiniti" che ci aiutano a  vedere. Nessuna ambizione di primato estetico - troppo veloce e caotica  la selezione; ma, certamente, il valore estetico delle fotografie scelte è parte della loro funzione, non solo "documento", ma soprattutto  espressione delle possibilità della fotografia come media narrativo e  rappresentativo."

© Riproduzione Riservata

Commenti