Photo Department

-

In questa gallery, le foto aeree scattata dai droni Mikrokopter e Hexacopter, in sorvolo di un'ampia zona distrutta dagli incendi presso Buena Vista e Single Ridge Roads, a Winmalee, sulle Montagne Blu a ovest di Sydney, in Australia. Nelle aree boscose intorno alla capitale del Nuovo Galles del Sud continua la lotta dei vigili del fuoco, in gran parte volontari, contro l'ondata di incendi scoppiati il 17 ottobre. Più di 200 case sono andate distrutte, due persone sono morte e oltre 124.000 ettari di territorio sono stati inceneriti. Oggi le temperature più basse e il calo d'intensità del vento hanno permesso per la prima volta ai pompieri di prendere il sopravvento, rinforzando le linee di bruciatura preventiva che isola fra loro gli incendi impedendo di progredire.

 

VEDI anche la GALLERY Dieci giorni di lotta agli incendi in Australia


Ancora oggi nel Nuovo Galles del Sud continuano però a bruciare 57 roghi, di cui 23 non circoscritti, mentre restano mobilizzati circa 800 pompieri e 72 aerei cisterna. Il Rural Fire Service avverte che ci vorranno settimane per estinguere i più grandi, come i tre che infuriano sulle Montagne Blu a ovest di Sydney. Il più esteso dei tre, che ha già bruciato quasi 50 mila ettari in un perimetro di 300 km e distrutto tre abitazioni, è stato innescato nove giorni fa da un'esercitazione a base di esplosivi in una base militare. 

© Riproduzione Riservata

Commenti