Rita Fenini

-

Le immagini di Leo Matiz - fotoreporter colombiano nato nella magica Macondo di Gabriel Garcia Marquez - parlano di Frida Kahlo e del marito Diego Rivera, ma raccontano anche la storia di un Messico assolato e lontano, fatto di rivoluzione e guerra, di gioia e speranza, del quale Diego ne dipinge la “bellezza umile” e Frida “l’ equivalente interiore”. Le 35 foto in mostra, scattate fra il 1941 e il 1943,  si soffermano soprattutto sull’ immagine di Frida (immortalata in abiti folk nel suo quartiere natale di Coyoacan, a Città del Messico), della quale Matiz ce ne restituisce un ritratto intimo e personale, ripreso da un punto di vista privilegiato: quello dell’amicizia che per anni li ha legati.

In mostra saranno presenti anche gli schizzi preparatori di Vanna Vinci, lavori di studio per la biografia a fumetti dedicata a Frida Kahlo che 24 ORE Cultura pubblicherà nell’autunno 2016. Oltre ai disegni preparatori del progetto, saranno esposte anche 4 grafiche realizzate ad hoc dall’artista e delle quali sono state realizzate delle tirature limitate

FRIDA KAHLO. Fotografie di Leo Matiz
14 gennaio - 28 febbraio 2016

ONO arte contemporanea
via santa margherita 10 - Bologna

© Riproduzione Riservata

Commenti