Il palazzo crollato a Dacca e altre foto del giorno, 24.4.2013
Il palazzo crollato a Dacca e altre foto del giorno, 24.4.2013
Foto

Il palazzo crollato a Dacca e altre foto del giorno, 24.4.2013

La giornata in otto immagini, dal Bangladesh a Londra, dallo Sri Lanka a Karlsruhe

Gli scatti di oggi ci conducono a Dacca, in Bangladesh, dove il crollo di un palazzo ha causato la morte di circa 100 persone; a Belgorod, in Russia, dove è stato arrestato il presunto assassino di sei persone, uccise lunedì in un agguato; a Karlsruhe, in Germania, nella sede della Corte costituzionale federale tedesca; in un carcere di Colombo, in Sri Lanka; in Regent's Park a Londra; nei campi di grano alla periferia di Amritsar, in India; a Bishkek, in Kirghizistan e a Quetta, il capoluogo della provincia sud occidentale del Baluchistan, in Pachistan, dove nelle ultime 24 ore sei esplosioni opera di gruppi separatisti e islamisti.


"Immagini che scorrono sul monitor delle "agenzie": il mondo come lo avvertiamo,  mediato, non dall'impossibile ritmo continuo delle televisioni, ma dal  ritmo discreto degli scatti dei fotografi; un flusso di momenti che  inquadrano una giornata. Una serie di "istanti infiniti" che ci aiutano a  vedere. Nessuna ambizione di primato estetico - troppo veloce e caotica  la selezione; ma, certamente, il valore estetico delle fotografie scelte è parte della loro funzione, non solo "documento", ma soprattutto  espressione delle possibilità della fotografia come media narrativo e  rappresentativo."

EPA/BELGOROD REGIONAL INTERIOR MINISTRY

24 aprile 2013. Un fermo immagine di un video diffuso dalle forse di polizia mostra l'arresto di Sergei Pomazun a Belgorod, nella Russia meridionale.

L'uomo è sospettato di essere l'autore della strage compiuta in un negozio di caccia, in pieno centro, lunedì scorso: l'uomo aveva ucciso in tutto sei persone, tra cui due studentesse di 14 e 16 anni. Oltre milleduecento gli uomini impegnati nella sua ricerca. L'uomo è stato catturato mentre cercava di eludere l'accerchiamento della polizia vicino la stazione ferroviaria di Belgorod; ha cercato di sfuggire, ferendo anche un poliziotto. Resta ancora sconosciuto il movente della strage e le autorità hanno deciso di sottoporre Pomazun a perizia psichiatrica. Intanto per oggi e domani, sono indette due giornate di lutto cittadino. Uscito dal carcere l'anno scorso, il 32enne risultava già pregiudicato per diversi crimini tra cui furto e violenze contro le forze dell'ordine. Dopo la sparatoria, Pomazun era scappato a bordo di una Bmw, la stessa su cui era arrivato al negozio, trovata poi in un altro quartiere di Belgorod. Le autorità avevano anche fissato una ricompensa per chi avesse fornito informazioni utili a catturarlo.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti