Birmania, gli scontri etnico-religiosi - FOTOREPORTAGE
Birmania, gli scontri etnico-religiosi - FOTOREPORTAGE
Foto

Birmania, gli scontri etnico-religiosi - FOTOREPORTAGE

Nello Stato occidentale birmano del Rakhine, al confine con il Bangladesh, l'odio etnico covava già da tempo, finché una scintilla lo ha fatto scoppiare. Le foto e il racconto degli scontri e dell'emergenza profughi

Oggi la crisi sembra parzialmente rientrata, ma per settimane lo Stato occidentale birmano del Rakhine, al confine con il Bangladesh, è stato teatro di violenti scontri etnici tra la comunità buddhista e quella musulmana di etnia Rohingya.

A far esplodere una situazione già molto tesa sono stati, il 28 maggio, lo stupro e l'omicidio di una donna buddhista ad opera di un gruppo di tre musulmani e il successivo linciaggio, avvenuto il 3 giugno, a danno di 10 musulmani in viaggio nel Rakhine, aggrediti da un centinaio di buddhisti, secondo cui sul camion assalito erano a bordo gli aguzzini della correligionaria...

EPA/LYNN BO BO

Sittwe, capitale dello Stato del Rakhine, Birmania, 17 giugno 2012. Daw Kyine Than Phyu, 96 anni, ha trovato rifugio nel monastero di Mani Yadanar, divenuto un centro di accoglienza.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti