Economia

Twitter a Wall Street, prezzo record: è bolla?

Nel primo giorno di quotazione il social network ha fatto +70%. E c'è chi già teme un effetto bolla

Le prime immagini di Twitter che "sbarca" alla Borsa di New York. Il "cinguettio" del social network ha fatto letteralmente impazzire gli USA: sul palazzo del NYSE, accanto alla bandiera a stelle e strisce, quella azzurra di Twitter, con l'uccellino che cinguetta. La gioia di Richard 'Dick' Costolo. Gli opertori impegnati a vendere e acquistare azioni. A circa un anno e mezzo di distanza dalla quotazione in borsa di Facebook, un' altra importante società di Internet entra nel gotha dela finanza. E lo fa con il botto. Subito dopo l'apertura degli scambi il prezzo è schizzato al rialzo dai 26 dollari iniziali a 45,1o dollari. Ha raggiunto poi i 50 dollari (+90%) per chiudere definitivamente a 44,9 con un boom del 73%. Questo significa valutare la società ben oltre i 18 miliardi di dollari calcolati con il prezzo di 26 dollari stabilito per il lancio della matricola. Significa assegnarle un valore pari quasi al doppio. Ora l'attesa è sulle prossime sedute. Che diranno se è stata un'infiammata speculativa che ha arricchito pochi e in fretta o se invece il titolo si assesterà su quelle cifre. E sarà allora il caso di tornare a parlare ancora una volta di bolla sul mondo 2.0.

ANSA /EPA /A. Gombert

Richard 'Dick' Costolo, Chief Executive Officer di Twitter Inc (a sinistra nella foto) parla con Jack Dorsey e Christopher Isaac 'Biz' Stone, co-fondatori di Twitter, alla Borsa di New York, 7 novembre 2013

Ti potrebbe piacere anche

I più letti