Tech & Social

Apple: l’iPhone è una miniera d’oro

Le vendite del Melafonino trainano ancora i ricavi di Cupertino. Per Tim Cook è l’anno migliore di sempre

iPhone 6S

Si conclude (almeno fiscalmente) l’anno di Apple, ed è una chiusura col botto. L’ultimo quarto del 2015 (conclusosi lo scorso 26 settembre) fa infatti segnare l’ennesimo record per l’azienda di Tim Cook, i cui ricavi crescono del 3,8% rispetto allo scorso trimestre e di oltre 22 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nello specifico, sono oltre 50 miliardi i dollari piovuti nelle casse di cupertino (51,5 miliardi per la precisione), per un utile netto trimestrale di 11,1 miliardi di dollari, pari a 1,96 dollari per azione diluita.

L’abusato mantra di Apple del “migliore di sempre” è questa volta più appropriato che mai, e Tim Cook non si lascia sfuggire l’occasione per ribadirlo: “L’anno fiscale 2015 è stato per Apple l’anno di maggior successo di sempre, con fatturato in crescita del 28% fino a quasi 234 miliardi di dollari”. E ancora “Andiamo verso la stagione natalizia con la nostra lineup di prodotti più forte di sempre, fra cui gli iPhone 6s e iPhone 6s Plus, Apple Watch con una gamma ampliata di casse e cinturini, il nuovo iPad Pro e la nuovissima Apple TV le cui consegne iniziano questa settimana”.

In realtà, per quanto sempre più ricco e variegato, il catalogo di Apple è ancora strettamente dipendente da un solo prodotto, l’iPhone. Anche nell’ultimo trimestre, il melafonino è stato di gran lunga il pezzo più venduto della vetrina della Mela: 48 milioni di pezzi, pari a 32 milioni di dollari. Significa in pratica che ogni 100 dollari guadagnati da Apple 62 arrivano dalla vendita di un iPhone.


Nuovo iPhone 6S Plus: la nostra recensione


In ottica tendenza, è comunque doveroso sottolineare l’ottimo momento di forma del comparto Mac (+14% rispetto allo scorso trimestre) e quello dei cosiddetti “altri prodotti” (che comprende anche gli Apple Watch), cresciuto del 17,3%. Ancora in negativo, invece, il bilancio per gli iPad: il tablet di Cupertino scende sotto la soglia dei 10 milioni di pezzi venduti, con un ammanco del 8.7% rispetto al Q3 e di quasi il 20% rispetto lo stesso perdiodo dello scorso anno.

Sarà interessante a questo capire quali saranno i risultati di Apple nel prossimo trimestre (che comprenderà le festività natalizie), storicamente il più favorevole in termini di ricavi e profitti, nonché il primo che potrà risentire del refresh della gamma iPhone (aggiornata ai modelli 6S e S6 Plus) e iPad (rimpolpata con l’arrivo del modello Pro).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

iPhone 6S Plus: la recensione

Una settimana in compagnia dell'ultimo smartphone di Apple. Il primo a integrare il nuovo display con tecnologia 3D Touch

App, giochi, shopping: così Apple cambia la tv

Grazie a un telecomando touch e ai comandi vocali, la mela punta a conquistare anche il salotto di casa. Ecco tutte le novità

Perché la Apple Car sarà elettrica

L’auto della Mela arriverà nel 2019 ma non concorrerà con quella senza guidatore di Google. Ecco i motivi

Perché il Wi-Fi di Apple è sotto accusa

Class action contro Cupertino: colpa di una nuova funzione di iOS 9 che porta l'iPhone a commutare automaticamente verso la rete cellulare

Commenti