Redditometro: le tipologie di famiglie prese in esame

Sono divise in 11 categorie per 5 regioni diverse. Per un totale di 55 modelli su cui calcolare l'equità dei redditi dichiarati

Si sta alzando il velo sul nuovo redditometro , lo strumento di controllo fiscale che prenderà definitivamente il via tra quindici giorni dopo la firma che verrà posta oggi sul decreto del Ministero dell'Economia in Gazzetta Ufficiale. Lo strumento, sulla base di oltre 100 voci di spesa, confronterà il reddito da noi dichiarato con il monte delle nostre spese verificandone la congruità e suddividendoci in 11 categorie in base al tipo di composizione famigliare e a dove viviamo (Nord-Ovest, Nord-Est, Centro, Sud e Isole).

Ecco quali sono le 11 categorie di base:

1) Persona sola con meno di 35 anni

2) Persona sola di età compresa tra 35 e 64 anni

3) Persona sola con 65 anni o più

4) Coppia senza figli con meno di 35 anni

5) Coppia senza figli di età compresa tra 35 e 64 anni

6) Coppia senza figli con 65 anni o più

7) Coppia con un figlio

8) Coppia con due figli

9) Coppia con tre o più figli

10) Monogenitore

11) Altre tipologie

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Redditometro, il funzionamento

Tutte le nostre spese passeranno sotto la lente d'ingrandimento dell'Agenzia delle entrate. E se risulteranno incongruità... a noi l'onere della prova

Redditest, come compilarlo bene per risultare 'congrui'

Bisogna sempre ricordarsi di conteggiare, oltre ai redditi da lavoro, anche quelli non tassati

Redditometro e redditest, tempi duri per gli evasori

La spesa deve essere coerente con il reddito. È questo il caposaldo con cui Attilio Befera, direttore dell’Agenzia delle entrate, assicura attenzione massima all'evasione

Commenti