Modello 730, ecco tutte le scadenze

L’ultima novità riguarda lo slittamento dal 30 aprile al 16 maggio del termine per la presentazione delle dichiarazioni ai sostituti d’imposta

(Credits: Imagoeconomica)

Giuseppe Cordasco

-

E’ un periodo in cui certamente sul fronte del fisco le novità non mancano. L’ultima in ordine di tempo è arrivata in un comunicato del ministero dell’Economia e delle finanze e ha stabilito nuove scadenze per quanto riguarda il modello 730. In pratica ci sarà più tempo per consegnare le dichiarazioni dei redditi 2012 ai sostituti d’imposta che prestano assistenza fiscale. Slitta, infatti, dal 30 aprile al 16 maggio 2013, il termine per i contribuenti che presentano il modello 730/2013 attraverso i propri datori di lavoro o gli enti previdenziali. A loro volta, i sostituti d’imposta possono consegnare al contribuente la dichiarazione dei redditi elaborata fino al 14 giugno 2013 e non più entro il 31 maggio 2013.

MA QUANTE TASSE PAGHIAMO DAVVERO

Novità che ci danno l’occasione per riepilogare in maniera puntuale tutte le altre scadenze legate al modello 730.

Per quanto riguarda le operazioni eseguite attraverso il sostituto d’imposta, ossia il datore di lavoro o gli enti previdenziali autorizzati, detto delle novità sopra elencate, resta ferma invece la data del 30 giugno 2013, che slitta automaticamente al 1 luglio poiché il termine originario cade di domenica, entro cui il sostituto d’imposta trasmette telematicamente i dati delle dichiarazioni elaborate e dei relativi prospetti di liquidazione. A partire dal mese di luglio poi, il sostituto d’imposta comincia a trattenere le somme dovute per le imposte ed effettua gli eventuali rimborsi, fino ad arrivare a novembre quando cominciano ad essere trattenute le quote a titolo di acconto per l’Irpef dell’anno successivo.

ECCO QUANTO CI CHIEDERA' IL FISCO NEI PROSSIMI TRE ANNI

In caso di assistenza fiscale prestata invece da un Caf o da un professionista abilitato, ossia ad esempio un commercialista, si inizia con la data del 31 maggio, termine fissato per la presentazione della dichiarazione da parte del contribuente. Entro il 15 giugno, che essendo sabato fa slittare la scadenza al 17 giugno 2013, il Caf o il professionista abilitato verificano la conformità dei dati nella dichiarazione e consegnano al contribuente la copia della dichiarazione. Come per i sostituti d’imposta poi, entro il 30 giugno, che come detto slitta al primo luglio, c’è la trasmissione telematica dei dati delle dichiarazioni. Anche in questo caso dal mese di luglio scattano i rimborsi o le trattenute per le somme dovute al fisco. In aggiunta alla prassi descritta per i sostituti d’imposta, c’è la scadenza del 25 ottobre entro la quale il contribuente può presentare la dichiarazione Modello 730 integrativo, la cui conformità sarà verificata dal Caf o dal professionista abilitato entro il 10 novembre. In questo stesso mese infine scattano, come già sopra ricordato, le trattenute dovute a titolo di acconto Irpef.

IRPEF, SE A RIMETTERCI E' SEMPRE IL CONTRIBUENTE

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Modello 730, per il 2013 le scadenze e le novità

Date di consegna fissate al 30 aprile e al 31 maggio. E poi Cud solo in formato digitale e nuove regole per Imu e Rc auto

Commenti