Tasse

Modello 730 e Unico, ultime novità su detrazioni e bonus

L’Agenzia delle entrate ha chiarito le modalità con cui scaricare le spese per le mense scolastiche e per i contabilizzatori del calore

Mensa_Scolastica

Giuseppe Cordasco

-

L’elenco delle spese detraibili dalla dichiarazione dei redditi, sia esso il Modello 730 che sta per essere presentato da milioni di contribuenti, oppure il Modello Unico che arriverà invece un po’ più in là, si arricchisce di nuove voci. I chiarimenti in materia sono arrivati dalle ormai periodiche circolari dell’Agenzia delle entrate che sono diventate uno strumento ineludibile per fare un po’ di chiarezza nella babele fiscale del nostro Paese.

Attualmente, come noto, le possibilità di portare in detrazione delle spese di certo non mancano: si va da quelle mediche agli oneri per contributi previdenziali e assistenziali, dalle spese per l’assistenza ai portatori di handicap agli assegni periodici di mantenimento al coniuge separato o divorziato. E ancora, dalla beneficienza a favore di istituti religiosi alla cedolare secca al 10%, dalla beneficienza a favore delle organizzazioni non governative alle ultime nate erogazioni liberali ai partiti, fino alle spese per i contributi di colf, badanti e baby sitter. E questo rappresenta un elenco parziale delle spese che effettivamente, a vario titolo e con modalità molto specifiche caso per caso, si possono portare in detrazione nella propria dichiarazione dei redditi.

In Italia troppe detrazioni, ma il problema vero sono le tasse


Come detto però, questo lungo e articolato elenco si arricchisce ora di qualche nuova voce, che rappresenterà in effetti un vantaggio sostanziale per molte famiglie che hanno ad esempio figli a scuola. Tra le novità più importanti c’è infatti quella che riguarda le detrazioni per le spese relative a mense scolastiche anche quando il servizio è gestito dal Comune. L'Agenzia delle entrate ha infatti chiarito che esiste la possibilità di avere l'agevolazione fiscale anche da parte di chi ha figli che frequentano le scuole pubbliche. Sul fronte dello studio e della formazione, interessante per molti sarà anche l’introduzione di uno sconto fiscale per le spese per l'iscrizione ai corsi delle università telematiche, sempre entro il tetto massimo delle spese relative a università private, fissato con un decreto del Ministero dell’istruzione da poco approvato. Chiarimenti molto significativi sono poi arrivati in tema di riscaldamento casalingo.

Detrazioni, ecco tutti i tagli del governo


Da qualche tempo infatti tutti i condomini stanno procedendo, anche su impulso di normative europee molto stringenti in materia, all’installazione dei cosiddetti contabilizzatori di calore, strumenti che, come noto, permettono di misurare l’effettivo consumo di energia da parte delle singole unità immobiliari. Ebbene, anche queste spese diventano deducibili. Secondo quanto stabilito infatti dall’Agenzia delle entrate, la detrazione  per le spese di installazione dei contabilizzazione, seguendo il modello del bonus per le ristrutturazioni, è pari al 50% per un importo massimo di spesa di 96mila euro.

L’Agenzia delle  Entrate ha però anche specificato che si potrà avere diritto a un bonus più vantaggioso, ovvero quello previsto sull’efficientamento energetico pari al 65%, nel caso in cui l’installazione dei contabilizzatori avvenga insieme alla sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di caldaie a condensazione oppure con pompe di calore ad alta efficienza.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ristrutturazioni e detrazioni, 10 cose da sapere

Tutte le agevolazioni fiscali del 2015 sui lavori di riqualificazione degli immobili e sugli arredi

730 precompilato, le detrazioni che non si recuperano

Chi accetta di non modificare la dichiarazione ricevuta a casa ottiene una sorta di immunità fiscale, ma perde una serie di deduzioni

Detrazioni fiscali, quanto valgono e perché il governo vuole tagliarle

Nel Def è previsto un monitoraggio puntuale di tutte le agevolazioni esistenti per decidere eventuali interventi

Dichiarazioni 730: la classifica delle detrazioni più richieste

Secondo le prime rilevazioni del Caf Acli, in testa ci sarebbero i bonus per edilizia e mobili. In calo invece le spese per mutui e istruzione per i figli

Modello 730, 10 detrazioni che (forse) non conosci

Tra gli incentivi legati alle ristrutturazioni ci sono bonus per garage, posti auto, tecnologie robotiche e anche mobili thailandesi

Commenti