Le tasse, col governo Renzi, sono davvero calate? No

Il premier, dopo la polemica con Oscar Giannino (partita da un'analisi di Luca Ricolfi su "Panorama") continua a mentire. Ecco perché

matteo-renzi

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi – Credits: ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images

Luca Ricolfi

-

"In questi mille giorni abbiamo ridotto le tasse" e allo stesso tempo "è aumentata la lotta all'evasione fiscale, siamo il governo che ha avuto il risultato migliore dal recupero dell'evasione fiscale. Se lo Stato incassa di più è perché ha recuperato di più, non perché aumentano le tasse". Così parlò il 21 novembre Matteo Renzi in risposta a una domanda di Oscar Giannino, durante un'intervista a Radio24, che citava l'analisi di Luca Ricolfi contenuta nell'ultimo numero di Panorama (leggila QUI). A proposito di tasse, Ricolfi aveva concluso: "Il bilancio del primo triennio renziano (dal 2014 al 2017) sarà di 19 miliardi di tasse in più". A Giannino che insisteva, il premier ha replicato: "Non serve una laurea per capire questo genere di cose...In questi due anni e mezzo le tasse sono andate giù". Ecco la replica del professor Ricolfi.

Argomentazione di Renzi: il prelievo sarà pure aumentato, ma è recupero di evasione fiscale, nel 2015 ci sono stati 14.9 miliardi di recupero (poco di più che nel 2014, in cui erano stati 14.2). Penoso, nemmeno uno studente al primo anno di ragioneria farebbe un errore simile. Il ragazzo confonde il livello del recupero (14.9 miliardi), con il suo incremento (700 milioni, meno di 1 miliardo). Ecco i dati:

tasse-ricolfi

Dunque. Nel 2014 (anno di transizione fra Letta e Renzi) le entrate della Pubblica amministrazione aumentano di 4.2 miliardi, di cui 1.1 imputabili al maggiore recupero di evasione: l'aumento netto è di 3.1 miliardi. Fra il 2014 e il 2015 (primo anno tutto renziano) le entrate della Pubblica amministrazione aumentano di 8.1 miliardi, di cui 0.7 di maggiore recupero di evasione: l'aumento netto è di 7.4 miliardi. Per il 2016 e per il 2017 si vedrà, ma le previsioni di entrata ufficiali (spesso sottostimate) parlano di 11.2 miliardi di entrate della Pubblica amministrazione in più: anche ammettendo un ulteriore aumento del recupero di evasione fiscale (diciamo 2 miliardi tondi), ci sarebbero sempre 9 miliardi di entrate della Pubblica amministrazione in più. Ma non dovevamo ridurre le tasse di 50 miliardi in pochi anni?

© Riproduzione Riservata

Commenti