Imu, cinque cose da sapere

Chi deve pagare l'imposta sugli immobili, quali sono le aliquote, le scadenze e i codici tributo

– Credits: Carlo Carino/Imagoeconomica

Andrea Telara

-

Meno una settimana per pagare. E' il tempo rimasto a disposizione per il versamento della prima rata dell'Imu (imposta municipale unica) che colpisce quasi tutti gli immobili e i terreni diversi dalla prima casa. La scadenza è infatti il 16 giugno.

TASSE SULLA CASA, COSA CAMBIA NEL 2014

Ecco alcune cose da sapere prima di fare il versamento.

CHI DEVE PAGARLA

I proprietari, gli usufruttuari e i titolari di un diritto di superficie su terreni e immobili diversi dalla prima casa (escluse le abitazioni di lusso, che sono soggette all'imposta).

CHI NON DEVE PAGARLA

Il proprietario o usufruttuario di un immobile adibito ad abitazione principale, ad eccezione dei fabbricati di lusso appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9.

LE SCADENZE

La prima rata di acconto va pagata entro il 16 giugno. La seconda rata di saldo va versata invece entro il 16 dicembre.

COME SI CALCOLA

Per calcolare l'imposta bisogna prendere la rendita catastale dell'immobile (risultante dai dai dell'Agenzia del Territorio), rivalutarla del 5% e moltiplicarla per un coefficiente che dipende dalla categoria del fabbricato:

160 per i fabbricati nelle categorie catastali A, C2, C6 e C7

80 per gli immobili classificati con le sigle A10 e D5

140 per le classi catastali B, C3, C4 e C5

55 per gli immobili della categoria C1

65 per i fabbricati della classe D

Dopo aver moltiplicato la rendita per il coefficiente, bisogna applicare al risultato ottenuto l'aliquota stabilita dal proprio Comune. Per avere informazioni più dettagliate, meglio rivolgersi agli uffici competenti o consultare il sito internet dell'amministrazione municipale.

COME SI VERSA L'IMPOSTA

Il pagamento può essere effettuato tramite un apposito bollettino postale oppure con il modello F24, disponibile in banca. In questo caso, bisogna mettere il codice del proprio comune e diversi codici- tributo, a seconda della categoria dell' immobile:

3912 per l'imposta sulla prima casa di lusso, 3913 per i fabbricati rurali a uso strumentale, 3914 per i terreni, 3916 per le aree fabbricabili, 3918 per gli altri fabbricati (seconde case), 3925 per gli immobili a uso produttivo (quota spettante allo stato) e 3930 per gli immobili a uso produttivo (maggiorazione spettante ai Comuni)

SI SCRIVE TASI, SI LEGGE SALASSO

IMMOBILI, LA RIVOLUZIONE DEL CATASTO

CASA, COSA CHIEDONO GLI ITALIANI A RENZI

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Tasi: posticipata la prima rata, ma il caos è ancora tanto

Fissata al 16 ottobre la scadenza per l’acconto e intanto il ministero dell’Economia pubblica un dossier per provare a spiegare la nuova imposta

Unico e 730, dieci cose da sapere

Le più importanti novità di quest'anno per la dichiarazione dei redditi

Commenti