Tasse

Equitalia, ecco le nuove regole per la rateazione

In futuro sarà possibile richiedere il pagamento dilazionato anche solo per alcune parti del proprio debito con il fisco

Equitalia

– Credits: Imagoeconomica

C’è una novità molto significativa che riguarda Equitalia e il pagamento di cartelle di debito arretrato: d’ora in poi infatti si potrà richiedere la rateazione dell’importo anche solo per una parte del dovuto. Per capire la rilevanza di questa nuova opportunità offerta dal fisco italiano, bisogna tenere presente che finora, ogni qualvolta si richiedeva un pagamento dilazionato delle proprie cartelle arretrate, il calcolo scattava automaticamente su tutti gli arretrati che il fisco poteva vantare sul contribuente in questione. In questa maniera, ovviamente, il peso che si abbatteva sul cittadino o sull’impresa poteva risultare decisamente più oneroso. Ora invece, il contribuente potrà chiedere la rateazione anche su singoli debiti arretrati, senza doversi accollare in un solo colpo tutti i pagamenti in sospeso.

Equitalia, abolirla o riformarla?


Questa nuova formula risulterà particolarmente indicata soprattutto per quei contribuenti, e in modo particolare per quelle imprese, che dovevano fare i conti con arretrati superiori a 50mila euro. Oltre questa soglia infatti, si poteva richiedere una rateazione solo se si accertava lo stato di effettiva difficoltà economica dell’azienda. Ora invece, l’impresa morosa potrà chiedere di attivare un pagamento dilazionato sul singolo debito arretrato, che risultando di entità inferiore a 50mila euro, farà scattare in automatico la possibilità di rateizzare, senza più l’ostacolo del conclamato stato di crisi. Per quanto concerne invece le modalità di pagamento esse restano immutate rispetto alle più recenti normative in materia. Quindi, la richiesta di dilazione potrà arrivare fino a un massimo di 72 rate mensili, ovvero 6 anni, con un importo minimo del singolo pagamento che non dovrà essere inferiore ai 100 euro, tranne casi di eccezionale difficoltà contingente.

Sanatoria Equitalia, addio interessi di mora su cartelle, bolli auto e multe scadute


Attenzione poi a non pagare con regolarità, perché dopo il mancato corretto versamento di 8 rate, anche non consecutive, si decade dal diritto di poter rateizzare i propri arretrati. Ricordiamo infine a chi volesse approfittare di questa nuova opportunità concessa da Equitalia, che la richiesta di rateazione può anche non essere fatta direttamente allo sportello territoriale dell’ente o tramite raccomandata scritta. I contribuenti interessati potranno infatti utilizzare anche Internet, collegandosi al sito di Equitalia e specificando le cartelle arretrate per le quali chiedono la dilazione di pagamento. Ci saranno ovviamente delle informazioni da fornire, ma certamente lo strumento del web renderà, se possibile, ancora più agile la richiesta di rateazione.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti