Cud, come fare per averlo

Quest'anno milioni di pensionati non riceveranno a casa il certificato sui redditi percepiti nel 2012. Ecco dove possono richiederlo

(Credits:Sabrina Raschioni / Imagoeconomica)

Andrea Telara

-

Niente più buste nella buca delle lettere: da quest'anno, per chi non lo sapesse ancora, l'Inps non spedirà più a casa dei pensionati il modello Cud, cioè il certificato che attesta i compensi percepiti lo scorso anno e che serve poi per compilare la dichiarazione dei redditi con il modello 730. Lo ha stabilito l'ultima legge di stabilità, nell'ambito di un piano di risparmi sui costi della pubblica amministrazione (compresi quelli per la carta).

IL BILANCIO DELL'INPS E I TAGLI AI COSTI

Chi vuole avere il Cud, dunque, deve presentare un'apposita domanda o scaricarlo da internet. In alternativa, il documento può essere ritirato presso i patronati, i centri di assistenza fiscale o (a pagamento) negli uffici delle poste. Ecco di seguito una guida per orientarsi, su tutti i modi in cui è possibile farsi consegnare il Cud.

RICHIESTA AL TELEFONO.

I pensionati possono ancora ricevere a domicilio il documento chiamando il numero verde gratuito 803.164, il numero di rete fissa 06-164164, oppure al contact center 800-434320 che funziona con un sistema automatico vocale (e registra l'indirizzo a cui si vuole riceve il Cud).

VIA E-MAIL.

Chi ha una casella di posta elettronica certificata (che ha lo stesso valore di una raccomandata), può inviare all'Inps un'apposita domanda del Cud, all'indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it. La richiesta può essere spedita anche da un recapito email ordinario (e non certificato). In questo caso, però, necessario allegare alla mail la domanda firmata e la copia fronte/retro di un documento d'identità del pensionato.

NEL SITO DELL'INPS.

La via più breve per avere il Cud è l'utilizzo del sito internet dell'Inps, dove il certificato dei redditi può essere scaricato e stampato nella sezione Servizi Online. Per accedere al sito, bisogna però inserire il proprio codice fiscale ed essere dotati di un pin. Chi non lo possiede ancora, può richiederlo online all'Inps, che invia le prime 8 cifre del pin via email o via sms e i restanti 8 caratteri per posta ordinaria. La procedura non è dunque molto snella e richiede un po' di tempo.

NEI PATRONATI E NEI CAF.

E' possibile rivolgersi sempre a un patronato sindacale o ai centri di assistenza fiscale (Caf), creati dalle organizzazioni di categoria. Il servizio di consegna del Cud è di solito gratuito (almeno per gli iscritti al sindacato). Chi presenta la domanda, deve ovviamente esibire un documento di identità valido.

ALLE POSTE.

Anche gli uffici postali permettono di ottenere una copia cartacea del Cud, in cambio però del pagamento  un piccolo balzello di 3,3 euro circa.  Il servizio è disponibile presso tutti gli sportelli delle Poste che fanno parte della Reti Amiche. L'elenco è consultabile anche all'interno del sito dell'Inps.

EVASORI FISCALI, OSSERVATI SPECIALI

REDDITOMETRO, L'ALTRO INCUBO DEI CONTRIBUENTI

MA QUANTE TASSE PAGHIAMO DAVVERO?

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Pensioni: ecco come si potrà calcolarle in anticipo

Arriva un nuovo servizio che permetterà di controllare i contributi versati e stimare già oggi il futuro assegno dell'Inps o degli altri enti previdenziali

Inps, a richio il bilancio. Dovrà intervenire lo Stato

Il buco dell’Inpdap pesa in modo disastroso, dopo la fusione degli enti. E i vantaggi non si vedono

Commenti