Forbes, ecco gli uomini più ricchi del mondo

Sono 1.426 e nel 2012 hanno raccolto un patrimonio di 5.400 miliardi di dollari. Nella top ten, in testa Carlos Slim. Warren Buffet scende dal podio sostituito da Amancio Ortega (Zara). Unica donna: Liliane Bettencourt

Bill Gates e Carlos Slim, i due uomini più ricchi del mondo secondo Forbes (Credits: Ronaldo Schemidt/AFP/Getty Images)

Cinzia Meoni

-

Crisi? Recessione? Austerity? Sono termini sconosciuti per i 1.426 Paperoni nel mondo (di cui 210 new entry compreso Renzo Rosso, il magnate dei jeans Diesel, Stefano Dolce & Domenico Gabbana) che possono contare su una fortuna complessiva di 5.400 miliardi di dollari (da 4.600 miliardi del 2012 e dai 4.500 dell’anno prima). Solo due anni fa si parlava di “soli” 120 miliardari. Sono queste i numeri snocciolati da Forbes, la bibbia della finanza internazionale, nella più ambita delle liste, quella tradizionale dei miliardari nel mondo giunta ormai al 27° compleanno.

Insomma i ricchi diventano sempre più ricchi. Tant’è che il 2013, stando al magazine, segna un record storico sia per numero di miliardari che per ricchezze detenute. Giusto per dare un ordine di grandezza, si consideri che il Pil italiano 2012 è stato pari a circa 1.566 miliardi di euro correnti.

Anche la loro ricchezza media è aumentata a 3,8 miliardi da 3,7. Non solo: Forbes è arrivato a una sorprendente conclusione: la ricchezza si è estesa. “Mentre lo scorso anno tante ricchezze sorgevano e tante decadevano, quest’anno il rapporto tra vincitori e vinti è di 4 a 1” sostiene il newsmagazine secondo cui infatti sono 60 in tutto gli ex miliardari spariti dalla classifica rispetto appunto ai 210 nuovi ingressi. A livello geografico non c’è gara: ancora una volta gli Stati Uniti vantano il maggior numero di miliardari di qualsiasi altro Paese (442 in tutto ma non il Paperone dei Paperoni che è messicano), seguiti da Europa (366 di cui 22 italiani), le Americhe (129) e il Medio Oriente e Africa (103). Tra i felici debutti nell’universo che non teme la crisi anche quello di Pham Nhat Vuong, il primo vietnamita ad entrare della magica lista di miliardari con un patrimonio stimato in 1,5 miliardi di dollari e costruito nel settore immobiliare.

Ma vediamo chi sono gli uomini più ricchi del mondo, qual è il loro patrimonio, quali aziende possiedono e da dove vengono.

LA TOP TEN CON PODIO CON SORPRESA: ENTRA MR. ZARA ED ESCE IL GURU BUFFET
1 - Carlos Slim: 73 miliardi di dollari - América Móvil - Messico - Confermato al 1°

2 - Bill Gates: 67 miliardi di dollari - Microsoft - Stati Uniti - Confermato al 2° posto

3 - Amancio Ortega: 57 miliardi di dollari - Inditex - Spagna – In gran rimonta dal 5° posto

4 - Warren Buffett: 53,5 miliardi di dollari - Berkshire Hathaway – Stati Uniti - In discesa dal 3°posto

5 - Larry Ellison: 43 miliardi di dollari - Oracle - Stati Uniti- In salita dal 6° posto

6 - Charles Koch: 34 miliardi di dollari - Koch Industries – Stati Uniti

7 - David Koch: 34 miliardi di dollari - Koch Industries – Stati Uniti

8 - Li Ka-shing: 31 miliardi di dollari - Hutchison Whampoa – Hong Konng in salita dal 9° posto

9 - Liliane Bettencourt: 30 miliardi di dollari - L’Oreal - Francia

10 - Bernard Arnault: 29 miliardi di dollari - Lvmh - Francia - Sprofonda dal 4° posto

Eccoli qua: sono un gruppo di imprenditori composito sia a livello settoriale (con una prevalenza legata alle tlc e all’hi tech) sia geografico (anche se tre su 10 provengono dagli Usa). Una sola cosa sembra accomunare i Paperoni del pianeta: la non più giovanissima età. Solo Bill Gates è al di sotto dei 60 anni. Insomma una terza età, è proprio il caso di dirlo, dorata.

Al primo posto e per la quarta volta di fila si è confermato Carlos Slim a capo dell’impero del colosso telefonico América Móvil (terza al mondo per utenti tlc), seguito dal fondatore di Microsoft Bill Gates. A sorprendere tuttavia è stato il balzo in avanti Amancio Ortega, fondatore di Inditex che grazie a brand come Zara, Oysha e Massimo Dutti ha trasformato la Galizia (una delle regioni più povere della Spagna) in una delle capitali della moda low cost. Ortega infatti ha aggiunto 19,5 miliardi in cassaforte in un solo anno ed è riuscito così a salire per la prima volta sul podio relegando al quarto la leggenda degli investitori Usa, Warren Buffet (Il guru di Omaha dal 2000 non aveva mai mancato un podio. Fino ad oggi).

Non solo. All’imprenditore spagnolo il 2013 regala un’altra soddisfazione: aver spinto all’uscita dalla top ten lo svedese Stefan Persson, a capo dell’altro impero della moda low cost H&M. Quanto ai nostri Benetton… occorre arrivare a metà lista per trovare tracce dei quattro fratelli (ognuno con 2 miliardi).

Nella top ten entrano poi i due fratelli Koch (a capo dell’omonimo gruppo che vanta attività principalmente nella produzione di energia e nella raffinazione del petrolio, con controllate spedalizzate in molteplici settori dalla chimica e raffinazione fino all’allevamento di bestiame) e Liliane Bettencourt, unica donna dei migliori dieci (e anche la più anziana). Esce invece Eike Batista (l’imprenditore brasiliano crollato addirittura al 100° posto).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ricchezza: in Italia è in mano a pochi. Ma all'estero va anche peggio

Secondo la Banca d'Italia, il 10% delle famiglie più ricche detiene il il 46% del patrimonio nazionale. Ma i dati non sono una novità e sono migliori di quelli di altri paesi

Commenti