Case all'estero, dove conviene comprare

La crisi spinge ai minimi i prezzi a Atene e Detroit. Seguono il Brasile, la Repubblica Domenicana e le Canarie

I palazzi più belli di Hong Kong (Credits: PHILIPPE LOPEZ/AFP/GettyImages)

Claudia Astarita

-

La crisi economica potrebbe offrire delle buone opportunità di investimento a chi ha qualche soldo da parte: ad esempio, i prezzi degli immobili sono calati quasi ovunque nel mondo e abitazioni che un tempo potevano essere decisamente fuori dalla portata delle persone comuni possono oggi essere acquistate a prezzi ben più ragionevoli. Quindi non solo non è necessario avere un conto corrente su cui siano depositate cifre a molti zeri, ma è anche realistico aspettarsi che alla crisi prima o poi seguirà una ripresa - anche se gli analisti faticano a prevedere quando, e anche il mercato immobiliare dovrebbe ricominciare a crescere, permettendo a chi compra oggi a poco di rivendere a molto in tempi relativamente contenuti.

In giro per il mondo, le occasioni sono molte, ma potrebbe essere difficile scovare quella giusta. Abbiamo individuato alcuni mercati dove, anche con piccole somme, si possono fare buoni affari. In cima alla lista, ci sono le due metropoli maggiormente colpite dalla crisi: Atene, dove se ci si accontenta di un piccolo appartamento in una zona non centrale, si può trovare casa con poco più di diecimila euro, e Detroit, dove il numero di ville abbandonate di cui i proprietari sono pronti a disfarsi a prezzi stracciati cresce di giorno in giorno.

Se, invece, alle grandi città preferiamo i luoghi di villeggiatura, occorre guardare verso mete ancora parzialmente inesplorate, ma prossime a luoghi che già attraggono turisti da tutto il mondo. È il caso di alcune cittadine del Brasile: per esempio, Iracema, vicino Fortaleza, dove si può comprare un bell'appartamento in riva al mare per poche decine di migliaia di Euro. Oppure di località della Repubblica Dominicana: una di queste, Las Terrenas, è a poco più di un'ora di guida dalla capitale e ospita ville meravigliose a ottimi prezzi. Se invece si preferisce l'Oriente, si possono fare buoni affari nelle cittadine della costa meridionale della Cambogia, dove ci si può accaparrare con somme davvero modeste una delle superstiti ville coloniali francesi. Infine, chi non vuole andare così lontano può orientarsi sulle Isole Canarie, dove negli ultimi due anni il mercato immobiliare ha subito una contrazione del 30-40%, tant'é che per acquistare un bilocale con vista mare bastano 60mila euro. 

Se invece le vostre finanze sono molto floride, potete pensare a comprare casa a Hong Kong. I prezzi sono molto elevati, ma l'investimento promette di fruttare molto e rapidamente: basti pensare che nel 2012 il valore degli immobili è cresciuto del 23,6% e che, probabilmente, continuera ad aumentare così tanto anche in futuro. Per acquistare un attico di 200 mq in un palazzo di lusso occorre investire circa cinque milioni di Euro, ma rivendendolo dopo un anno si incasserebbe quasi un milione in più, senza colpo ferire.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Detroit è fallita, ecco perché

Popolazione in calo, crimini alle stelle, una base fiscale sempre più fragile e venti miliardi di debiti: ecco il mix che porta un’amministrazione al black-out

La crisi greca non è finita

Ad Atene come a Berlino si inizia a dire che, dopo l'austerità, la Grecia sia pronta a rialzarsi. Peccato che non sia vero

Grecia, 25mila licenziamenti per coprire il fallimento delle privatizzazioni

Con la riforma della Pubblica Amministrazione Atene incassa sette miliardi di euro di aiuti, dopo averne persi cinquanta per la mancata vendita delle aziende di stato

Case e prezzi, le dieci città dove sono scesi di più

Le compravendite crollano del 30%, il dato più basso dal 1985. In stallo le quotazioni nelle grandi città, in provincia iniziano a calare

Casa: crolla il mercato immobiliare

Le compravendite nei primi nove mesi del 2012 calano del 21,4%. Codacons: "Colpa delle banche che non concedono più mutui"

Commenti