Carte di credito: dieci regole per difendersi dalle frodi

Sotto l'ombrellone, in montagna o a passeggio nelle città d'arte la prudenza non è mai abbastanza. Ecco come prevenire le frodi con i consigli dell'Abi

Un militare della Guardia di finanza mosta un bancomat modificato per la clonazione di carte di credito (Scarpiello / Imagoeconomica)

Massimo Morici

-

Utilizzare le prepagate, momorizzare i numeri verde per bloccare la carta in caso di furto e girare con meno contante possibile in tasca. Sotto l'ombrellone, in montagna o a passeggio nelle città d'arte la prudenza insomma non è mai abbastanza.

Del resto le frodi creditizie rilevate dal Crif nel 2012 in Italia sono state 24.000 (+8,6% rispetto all'anno precedente) con perdite economiche che hanno sfiorato i 195 milioni di euro.

Ma il massimo dell'accortezza è d'obbligo anche quando si viaggia all'estero, dove le carte sono più soggette a furti o a clonazioni , come ha ricordato di recente al Sole 24 ore Rita Camporale, responsabile dei Servizi di pagamento dell'Abi .

Per mettere in sicurezza le proprie risorse finanziarie, quindi, vi riproponiamo il decalogo stilato dall’ABI alcuni anni fa, ma ancora valido.

Poco contante sotto l’ombrellone
Per evitare i furti sotto l’ombrellone, meglio non avere troppo contante con sé, ma utilizzare Bancomat e carta di credito oppure prelevare volta per volta, secondo necessità.

Verificare la scadenza
Prima di partire verificare la data di scadenza indicata sulla carta ed il plafond di spesa, per evitare di mettere in valigia una carta inutilizzabile perché scaduta o perché nelle settimane precedenti abbiamo esaurito la somma disponibile.

Memorizzare il pin
La regola d’oro è sempre quella di memorizzare il Pin delle carte, indispensabile per prelevare contanti, e comunque mai conservarlo vicino alla carta.

Pin: copri la tastiera con la mano
Quando si prelevano contanti, è bene accertarsi sempre che non ci siano installazioni anomale sugli sportelli o sguardi indiscreti (meglio digitare il numero coprendo la tastiera con l’altra mano).

Informati sul bancomat funzionante
Grazie al numero verde 800-002266 di Faro, il sistema messo a punto dalle banche italiane nell’ambito del progetto PattiChiari, si può conoscere lo sportello bancomat funzionante più vicino.

Firma la carta di credito sul retro
La carta di credito va sempre firmata sul retro in modo da rendere più difficile la falsificazione della firma in caso di furto o smarrimento.

Controlla l’importo prima di firmare
Nei luoghi che non si frequentano abitualmente, meglio non perdere mai di vista la carta al momento dei pagamenti e firmare la ricevuta solo dopo aver controllato l’importo.

Conserva le ricevute e controlla il conto
È utile conservare le ricevute di pagamento e controllare l’estratto conto, anche online, per poter rilevare in tempi brevi eventuali spese non autorizzate, che vanno segnalate subito alla propria banca.

Numero verde della banca a portata di mano
Avere sempre a portata di mano il numero verde da contattare per bloccare immediatamente la carta in caso di smarrimento o furto.

Shopping online: solo su siti sicuri
Per i pagamenti online, prima di inserire i dati è buona norma verificare che il sito offra una connessione protetta (riconoscibile dall’indirizzo che comincia con “https://” e non con “http://”, e dal lucchetto presente nella parte in basso a destra della pagina).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Furto d'identità: l'Odissea delle vittime che ora non hanno più accesso al credito

Secondo il Crif nei primi sei mesi del 2012 circa 9.000 persone, soprattutto giovani, sono rimaste vittime di frodi creditizie. Su Panorama.it le storie di alcuni di loro

Commenti