Borse
Soldi

Borse tra alti e bassi, i titoli da tenere d'occhio

Unicredit, IntesaSanpaolo, Fca o Cnh. Le azioni di Piazza Affari che, secondo alcuni analisti, hanno prezzi interessanti dopo la correzione dei listini

Un crollo, un rimbalzo e diverse oscillazioni tra alti e bassi. E' questo l'andamento negli ultimi tre giorni della borsa di Milano, dove oggi l'indice Ftse Mib (nel primo pomeriggio) guadagna quasi mezzo punto percentuale, dopo una mattinata in negativo . L'altalena dei listini è legata ancora a doppio filo a quanto sta accadendo sulle borse cinesi, che hanno chiuso in calo anche la seduta odierna (-1,3% per Shanghai), nonostante l'abbassamento dei tassi di interesse deciso ieri dalla banca centrale di Pechino.


la situazione delle borse in tempo reale


Di fronte alla schizzofrenia degli indici, gli investitori di Piazza Affari si trovano dunque di fronte un interrogativo, che li accompagna ormai da venerdì scorso: conviene vendere le azioni e scappar via o è bene approfittare del recente calo dei prezzi per fare shopping sul listino? Difficile dare una risposta, soprattutto se l'obiettivo di rendimento dell'investitore si concentra nel breve termine, cioè nei prossimi due o tre mesi. Nel medio e lungo periodo, invece, sul mercato milanese non mancano i titoli che incontrano il favore degli analisti e che hanno raccolto negli ultimi giorni diverse raccomandazioni di acquisto, proprio in virtù delle quotazioni ribassate. L'ufficio studi di Morgan Stanley, per esempio, ha confermato il proprio rating overweight (sovrapesare nel portafoglio) sulle banche europee, includendo Unicredit nella lista dei titoli preferiti, dove era compreso già da tempo anche il gruppo IntesaSanpaolo. Le azioni di quest'ultimo, a detta degli analisti di Morgan Stanley, hanno un potenziale di rialzo sino a 3,8 euro (dai 3,2 circa attuali). Dello stesso parere sono anche gli esperti di Ubs che hanno alzato di recente da 3,3 a 3,8 euro il prezzo-obiettivo (target price) sulle azioni IntesaSanpaolo, ritenendo possibile un aumento del dividendo della banca.


Borse: i 10 peggiori crolli negli ultimi 30 anni


Tra i big di Piazza Affari, oggi è arrivata una promozione anche per l'utility milanese A2a, su cui Equita Sim ha confermato il proprio rating buy (comprare), alzando il target price da 1,2 a 1,27 euro grazie a un miglioramento delle previsioni sui risultati dell'attuale esercizio. Attestati di lodi delle case d'affari anche per le azioni della galassia Fiat come quelle del produttore di macchine agricole Cnh. Due giorni fa, gli analisti di Mediobanca hanno rilasciato un giudizio outperform (meglio del mercato) sull titolo della società, intravedendo forti segnali di ripresa per il settore agricolo. Grazie a questa congiuntura sfavorevole, secondo Mediobanca, Cnh ha oggi un potenziale di rialzo in borsa sino a 8,5 euro (dai 7 euro attuali). Sempre nella galassia Fiat, Banca Imi è molto positiva sulle prospettive sulle prospettive della società più iportnte del gruppo,  Fca, su cui ha confermato la propria raccomandazione di acquisto, individuando un potenziale di rialzo fin sopra i 18 euro, il 40% circa in più rispetto ai livelli attuali. A giudicare da quanto scrivono gli analisti, insomma, a Piazza Affari le occasioni non mancano. C'è da augurarsi che la crisi cinese non cambi di nuovo (e all'improvviso) tutte le carte in tavola.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti