Soldi

Borsa, i migliori titoli del 2018

Da Eurotech alla Juventus, le azioni che hanno avuto i maggiori rialzi a Piazza Affari

borsa

Andrea Telara

-

Hanno avuto rialzi a due o tre cifre mentre l'indice Ftse Mib, rappresentativo dell'intera borsa italiana, perdeva il 18% in un anno. Si tratta di un gruppo di azioni, per lo più di piccole e medie imprese, che hanno registrato a Piazza Affari le migliori performance in assoluto, tra il dicembre del 2017 e oggi. Comprarle adesso è una scommessa dall'esito incerto, visto che sono reduci da forti apprezamenti e potrebbero interrompere la marcia da un momento all'altro. I loro rialzi dimostrano però che, anche quando i mercati vanno male, sul listino non mancano mai i titoli che si muovono in controtendenza. Ecco, di seguito, una panoramica sulle azioni della borsa di Milano che hanno reso di più nell'ultimo anno.

Eurotech

Le azioni della piccola multinazionale informatica friulana, specializzata nella progettazione di sistemi hardware e software, hanno guadagnato oltre il 143% in un anno dopo una ristrutturazione societaria. Per gli analisti di Banca Imi sono ancora titoli interessanti.

Notorious Pictures

Rialzo di oltre il 134% in un anno per la società specializzata nell'acquisizione di diritti cinematografici e distribuzione di film. E' quotata sull'Aim, il mercato di Piazza Affari riservato ai titoli delle piccole imprese.

Bio On

Un'altra star della borsa, con un rialzo di oltre l'87% in un anno, è stata indubbiamente Bio On, società specializzata nella produzione di bioplastica di alta qualità. Come Notorious è quotata sull'Aim, il listino di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese.

Fiera Milano

La società leader in Italia nella organizzazione di manifestazioni fieristiche ha guadagnato in un anno più del 62% in borsa. Gli investitori hanno apprezzato l'aumento del giro d'affari (+18%) tra il 2017 e 2018 e l'espansione internazionale.

Prismi

Rialzi record di circa il 60% in un anno per un'altra società dell'Aim: Prismi, attiva nei servizi di web marketing. Punta molto sulla crescita dimensionale con acquisizioni e con l'espansione all'estero.

Italiaonline Risparmio

Crescita del 44% in un anno per le azioni di risparmio di Italiaonline, società leader nel nostro paese nei servizi internet. I titoli hanno ripreso sprint in borsa dopo che a novembre la società ha annunciato un piano di riacquisto di azioni proprie.

Juventus Fc

Rialzo del 37% per le azioni del club bianconero, galvanizzate dalle vittorie in campionato e dalle prodezze del nuovo acquisto Cristiano Ronaldo.

Falck Renewables

La società del gruppo Falck che opera nel business delle energie rinnovabili, ha navigato spesso tra alti e bassi sul listino. Ma, alla data del 27 dicembre, chiude in positivo con un +25% nell'arco di 12 mesi.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Caso Ronaldo: ecco quanto ha perso la Juventus in Borsa

Andamento in discesa del titolo a Piazza Affari. In due settimane bruciati 439 milioni di capitalizzazione dopo il rally di inizio autunno

Borsa, social network e stadi pieni: l'impatto di Ronaldo sul mondo Juve

Tre mesi fa le prime voci sullo sbarco di CR7 in Italia. Valore delle azioni più che raddoppiato e la diffusione del brand trainato dai numeri di Cristiano

Il crollo di Facebook in Borsa? Colpa degli utenti

Il social network dell’amicizia fatica a trovare nuovi amici, soprattutto in Europa. Da qui la preoccupazione degli investitori

Spotify dopo il debutto in borsa: ecco come cambierà

La piattaforma nata in Svezia adesso vale quasi 30 miliardi di dollari e lancia la sua rivoluzione: vuole diventare il Netflix della musica

Facebook, il crollo in Borsa e le prospettive

Le azioni del popolare social network sono in caduta libera a Wall Street. Ma molti le ritengono ora un’occasione di acquisto

Gi Group, multinazionale del lavoro da 2 miliardi, ora guarda alla Borsa

L'agenzia è presente direttamente in 26 Paesi ed è il sesto gruppo del settore in Europa. Ma il suo obiettivo è scalare la classifica mondiale...

Elezioni 2018, cosa aspettarsi in Borsa

La comunità finanziaria ha paura solo dell’uscita dell’Italia dall’euro. Un’ipotesi improbabile che non fa temere troppo gli effetti del voto 

Commenti